Da pomeriggio a notte fonda la città invasa...dal teatro

4' di lettura 03/05/2010 - Dal pomeriggio a notte fonda Urbino offre giovedì 6 maggio per la prima volta i suoi luoghi più suggestivi e inediti alle arti sceniche per La Notte del Teatro.

Urbino città palcoscenico, prima edizione promossa dal Comune di Urbino / Assessorato al Turismo e Assessorato alla Cultura e dall’AMAT . Una città in festa dalle ore 17 nel nome del teatro che invade anche vicoli, piazze e caffè. Il taglio del nastro è (ore 17, Cortile Collegio Raffaello) con Parada. Un naso rosso contro l’indifferenza , spettacolo di clownerie nato da un affascinante progetto del clown franco-algerino Miloud Oukili per i ragazzi di Bucarest. In seguito alla grave crisi economica e sociale attraversata dalla Romania all’inizio degli anni novanta, alla caduta del regime di Ceausescu, migliaia di bambini e di ragazzi sono scappati dalle loro famiglie e dagli orfanotrofi finendo sulle strade di Bucarest e del resto del Paese, esposti alla solitudine, alla violenza e alla povertà assoluta. Nel 1992 Miloud li ha incontrati nei canali sotterranei della capitale dove si rifugiavano la notte per sfuggire al freddo e alla solitudine.

Da allora non li ha più lasciati: li ha conquistati con le arti del circo e attraverso la creazione della Fondazione Parada ha offerto loro incontri sulla strada, ascolto in un centro diurno, accoglienza in luoghi protetti e proposte progettuali finalizzate a costruire un futuro migliore. Alla storia di Miloud è dedicato anche il lungometraggio di Marco Pontecorvo Pa-ra-da (2008), che grande apprezzamento ha riscosso da parte di critica e pubblico italiano. Alle ore 18 l’invito è a recarsi alla Sala del Maniscalco. In concomitanza con le celebrazioni per il ventennale della fondazione del Centro Socio Educativo “Francesca” e della presentazione nazionale della nuova produzione della Compagnia Teatrale “Accua”, al pubblico della Notte del Teatro è offerta una anticipazione dello spettacolo Cirko! che si terrà il prossimo 27 maggio al Teatro Sanzio di Urbino, attraverso la formula della Prova aperta . La volontà è quella di spalancare le porte, allo spettatore, su ciò che comunemente avviene durante l’allestimento di un opera scenica con soggetti disabili come partecipanti; ampliare così lo sguardo dal singolo momento della rappresentazione a tutto ciò che il laboratorio teatrale negli anni è stato; aprire le prove al pubblico rendendolo così partecipe delle difficoltà, gli sforzi e la passione che accomunano operatori e soggetti portatori di handicap nella lunga preparazione dello spettacolo.

Ai Motus, gruppo tra i più interessanti della scena contemporanea, amato dal pubblico urbinate per le sue lunghe frequentazioni con la città ducale, è dedicato un viaggio in tre tappe dal titolo Motus/(Antigone) contest: alle ore 19 la Fortezza Albornoz ospita LET THE SUNSHINE IN (antigone) contest #1, alle ore 22.30 al Teatro Sanzio è in scena TOO LATE! (antigone) contest #2 e per concludere, dalle 00.30 in piazza della Repubblica, musica e ballo con LET THE SUNSHINE IN PARTY Dj set di Silvia Calderoni. È una virata in direzione di un teatro più "politico" quella che Motus, dopo X (ics) Racconti della giovinezza, ha realizzato con Let the sunshine in e Too late!. Prima e seconda tappa di un progetto in forma di contest (scontro/incontro), gli spettacoli si addentrano ancor più nel tema dei conflitti generazionali, assumendo la figura di Antigone - interpretata da una splendida Silvia Calderoni reduce dal prestigioso Premio UBU 2009/Migliore Attrice under 30 - come metafora delle rivolte d’oggi. Dal tardo pomeriggio, ore 19, a notte fonda caffè, ristoranti e luoghi vari del centro storico sono animati da Itinerari poetici a cura del TatroCust 2000.

Tre sono i fili conduttori degli interventi del gruppo urbinate: un Omaggio a un poeta che chiama “donna”: Alda Merini, intenso recital di poesia e musica; un Omaggio al teatro sintetico di Marinetti (LE MANI, AMORE + AMICI = FRONTE (Battibecchi amorosi) e Pianeta Volponi , percorsi nell’opera. Per gli spettacoli di Motus alla Fortezza Albornoz e al Teatro Sanzio i posti sono limitati, la prenotazione è fortemente consigliata presso Amat 071 2072439 e Teatro Sanzio 0722 2281. Gli unici spettacoli a pagamento sono Let the sunshine in e Too late!, i costi dei biglietti sono i seguenti: posto unico numerato 10 euro ridotto giovani e studenti 8 euro. Let the sunshine in party ingresso gratuito. “Speciale Motus” promozione valida per i primi 60 spettatori, Let the sunshine in + Too late! 12 euro. Per informazioni: Assessorato alla Cultura e Assessorato al Turismo tel. 0722 309222-309602, Teatro Sanzio 0722 2281, www.urbinoculturaturismo.it.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-05-2010 alle 11:48 sul giornale del 04 maggio 2010 - 619 letture

In questo articolo si parla di teatro, spettacoli, amat marche