Evasione fiscale e lavoro in nero, continuano i controlli della guardia di finanza

guardia di finanza 1' di lettura 10/05/2010 - La Guardia di finanza di Urbino ha effettuato due verifiche fiscali nei confronti di due società, entrambe con sede nell'urbinate, specializzate nell'installazione e nella commercializzazione di prodotti elettrici facenti capo ad un unico soggetto della zona.

Le indagini hanno consentito di constatare che le due società non avevano adempiuto agli obblighi fiscali. Infatti, pur avendo conseguito ricavi dalle rispettive attività commerciali regolarmente certificati dai relativi documenti fiscali, le società non avevano presentato la prescritta dichiarazione unificata dei redditi.

Sono stati recuperati a tassazione materia imponibile ai fini delle imposte sui redditi e dell'I.R.A.P. circa 2,5 milioni di euro e I.V.A. per quasi 850.000 euro. Inoltre sono stati segnalati quattro lavoratori non regolarmente assunti e un lavoratore in nero.






Questo è un articolo pubblicato il 10-05-2010 alle 20:03 sul giornale del 11 maggio 2010 - 586 letture

In questo articolo si parla di cronaca, francesca morici, urbino, lavoro nero, guardia di finanza, evasione fiscale





logoEV