Turismo, Matteo Ricci: 'Abbiamo imboccato la strada giusta'

matteo ricci 4' di lettura 27/08/2010 -

“Abbiamo imboccato finalmente la strada giusta, anche se siamo consapevoli che c’è ancora molto da fare”. Il presidente della Provincia di Pesaro e Urbino Matteo Ricci è soddisfatto dell’andamento della stagione turistica nel territorio provinciale.



“I primi dati che ci arrivano, di tenuta e di crescita, sono in forte controtendenza rispetto all’andamento generale ed in particolare a quello della Romagna, dove si presume un calo del 30-40%. Pesaro ha mantenuto un alto livello di occupazione delle strutture turistiche anche in periodi non definiti di alta stagione grazie a manifestazioni sportive e Rof, Urbino non aveva mai visto così tante presenze ad agosto, segno di una crescita del turismo culturale, Fano mantiene buoni livelli di presenze. Molto positiva anche la situazione dei campeggi. Tutto questo deve spingerci a premere sull’acceleratore”. In una conferenza stampa, presenti anche il dirigente Massimo Grandicelli ed il responsabile dell’Ufficio Turismo provinciale Ignazio Pucci , il presidente della Provincia ha delineato alcune strategie per il futuro. Prima fra tutte, incrementare le potenzialità economiche del turismo. “Crediamo possa essere uno dei pochi settori in cui creare nuovi posti di lavoro.

Se finora la ricchezza prodotta dal territorio attraverso il turismo è stata del 7 – 8%, vogliamo arrivare al 15%. E questo è possibile mettendo da parte i campanilismi e rafforzando sempre più il ‘brand’ Marche. La Toscana e l’Umbria sono ormai un mercato molto battuto, mentre la nostra regione sta diventando sempre più la terra da scoprire, l’ambito ottimale per fare promozione dell’Italia nel mondo. E in questo contesto, la Provincia di Pesaro e Urbino, unica nelle Marche ad aver creato il Sistema turistico provinciale mettendo insieme pubblico, privato e Università di Urbino, sta lavorando per definire un proprio ‘brand’ territoriale. Dobbiamo legare in un unico slogan le tante cose che abbiamo: non c’è modo migliore per promuovere il territorio che enfatizzare come viviamo, puntando sulla qualità della vita”.

Delle tante ricchezze della provincia di Pesaro e Urbino si sono già accorti il mercato statunitense e olandese, con numerose presenze trainate anche dal prestigioso premio “Urbino Press Award” (in quel periodo, sul sito www.turismo.pesarourbino.it c’è stato un picco di link dagli Stati Uniti). Quanto all’Olanda, un reality girato in alcuni agriturismi della nostra zona ha portato un aumento di attenzione verso la “provincia bella”. Ecco allora un altro concetto evidenziato da Ricci: “Penso che le Marche possano diventare una regione ‘di moda’, perché c’è un mercato alla ricerca di luoghi belli, che noi possiamo intercettare”. Gli ulteriori passi da fare: per la costa puntare sempre più sulla riqualificazione alberghiera, visti anche i forti incentivi presenti al riguardo, mentre per le aree interne, “che sono il nostro potenziale distretto del benessere”, va aumentata la ricettività mettendo anche il patrimonio pubblico a disposizione degli investimenti privati, come fatto dalla Provincia di Pesaro e Urbino per il Villaggio del Sole e del Vento.

Da qui l’invito alla Regione Marche non solo a continuare a lavorare sul versante della promozione, ma anche a definire un vasto piano di alienazione di beni (ruderi ed edifici di vario tipo) con finalità turistico – ricettive. Ricci ha poi puntato l’attenzione sull’accoglienza. “Stiamo ristrutturando e riqualificando gli Iat, come già avvenuto con quello di Urbino, mentre in collaborazione con i Comuni più piccoli e le Pro loco stiamo progettando una rete di punti informativi, che potranno diventare anche un riferimento per trovare le eccellenze agricole del territorio. Continueremo a lavorare anche sul turismo sportivo, candidando questo territorio ad ospitare altri eventi nazionali ed internazionali, e sul turismo ambientale, vista la presenza di tre parchi di grande importanza naturalistica (Riserva del Furlo, San Bartolo e Sasso Simone e Simoncello) che vanno promossi insieme”. Infine il sito internet della Provincia www.turismo.pesarourbino.it , che è stato arricchito di rubriche e che testimonia l’importanza del web nella scelta delle località turistiche da visitare: a luglio c’è stato un incremento del 35% di visitatori rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, per un totale di oltre 14mila visite nel corso del mese.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-08-2010 alle 17:19 sul giornale del 28 agosto 2010 - 521 letture

In questo articolo si parla di attualità, turismo, pesaro, matteo ricci, Provincia di Pesaro ed Urbino

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/by8





logoEV