Università: lezione su 'I matematici in Italia nei 150 di storia nazionale'

2' di lettura 04/02/2011 -

Venerdì 11 febbraio, dalle ore 15 alle 18, presso la Facoltà di Economia di Urbino si svolgerà la lezione dal titolo "I matematici in Italia nei 150 di storia nazionale" svolta dai professori Angelo Guerraggio e Pietro Nastasi del Centro Pristem di Milano.



Questa lezione fa parte di una iniziativa, giunta ormai alla quinta edizione, denominato “Matematica e…”, un ciclo di conferenze rivolto agli studenti degli ultimi anni delle scuole superiori e finalizzati a fornire elementi di riflessione sui collegamenti tra Matematica e altre discipline, anche in funzione dello svolgimento delle tesine per l’esame di stato.

Il tema di questa lezione è a pieno titolo inserito nell'atmosfera delle celebrazioni per il centocinquantesimo dell’Unità d’Italia, e va a toccare un settore finora piuttosto trascurato. Infatti pochi finora hanno parlato del ruolo di scienza e tecnologia nella costruzione dell’identità nazionale. In realtà la costruzione di una comunità scientifica “italiana” è stata fondamentale sia per l'importanza delle metodologie e le tematiche di ricerca che per gli aspetti istituzionali. La conferenza di Guerraggio e Nastasi mostrerà come gli scienziati italiani abbiano riversato sulla società risultati, categorie di pensiero, stimoli metodologici e organizzativi, prima ancora di incidere sull’economia e sul benessere del paese. Ma anche la società ha inciso significativamente sulla scienza attraverso soprattutto la politica, le sue scelte e le risorse attribuite, attraverso gli interessi economici o le condizioni degli equilibri internazionali.

Prima sulle barricate, poi nelle aule parlamentari, matematici, fisici, chimici hanno provato a rappresentare il paese come parte di una nuova classe dirigente. Facendosi interpreti di una moderna idea di Stato unitario, delineabile solo entro una cornice europea. Evidenziando queste storie del passato si riesce anche a riflettere sull'origine di certi problemi, e possibili soluzioni, riguardo a questioni che oggi sono di piena attualità circa il ruolo che la scienza riveste nello sviluppo della società italiana. Guardare al passato per capire un po' di più l’oggi, insomma. E non è poca cosa, se tra gli effetti c’è quello di aiutare gli studenti a fare scelte maggiormente consapevoli sul proprio futuro.

Questa conferenza costituisce anche un preludio al convegno dal titolo " La storia della Matematica italiana dopo l'Unità", che si svolgerà a Urbino i giorni 8, 9 e 10 aprile, organizzato dal Centro PRISTEM di Milano in collaborazione con la locale Università di Urbino "Carlo Bo".






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-02-2011 alle 18:37 sul giornale del 05 febbraio 2011 - 648 letture

In questo articolo si parla di cultura, urbino, Università degli studi di Urbino "Carlo Bo"

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/g4t





logoEV