Premio 'Urbino Press Award' a Helene Cooper

giornalismo 3' di lettura 02/06/2011 -

Siamo ai dettagli finali per l'allestimento del Salone del Trono del Palazzo Ducale e poi tutto sarà pronto per la cerimonia con cui il 3 giugno, alle ore 11.30, sarà consegnato a Helene Cooper, corrispondente del «New York Times» alla Casa Bianca, il premio «Urbino Press Award» 2011.



L'appuntamento che da sei anni mette in evidenza il giornalista americano distintosi per la «capacità di raccontare il mondo che cambia» porterà nella residenza ducale tante autorità e ospiti. Questa manifestazione culturale è ormai entrata a fa parte delle iniziative ufficiali che caratterizzano i rapporti bilaterali Italia - USA.

Quarantacinque anni, tra le firme più note del giornalismo USA, Helene Cooper è nata in Liberia, da cui è stata costretta a fuggire dopo il colpo di stato del 1980. Autrice di un libro sulla sua esperienza nel paese africano devastato dalla violenza, dopo 12 anni al «Wall Street Journal» con incarichi a Londra, Washington e Atlanta, Cooper è passata al «New York Times» fino a occupare il posto di corrispondente alla Casa Bianca.

Il premio si svolge secondo un format collaudato: in aprile, a Washington, DC, è l'ambasciatore d'Italia ad annunciare ufficialmente il vincitore scaturito dalle valutazioni della giuria. In quel momento, davanti a un pubblico qualificatissimo di giornalisti statunitensi, membri del Governo americano e operatori economici, si coglie l'occasione per presentare i vari aspetti culturali di Urbino e delle Marche: dall'arte, alle bellezze naturali, al mondo della imprese e all'enogastronomia. Il ricevimento nell'Ambasciata d'Italia è quindi un passaggio promozionale di grande importanza. Un paio di mesi più tardi, nel Palazzo Ducale di Urbino c'è il vero conferimento del premio, durante il quale il vincitore tiene un discorso su temi di attualità internazionale, geopolitica, economia, ecc. Ricordiamo che in passato il riconoscimento è andato a

Diane Rehm (2006) della National Public Radio; Michael Weisskopf (2007) Senior Correspondent di TIME Magazine; Martha Raddatz (2008), all'epoca capo corrispondente dalla Casa Bianca per la rete televisiva ABC News; Thomas L. Friedman (2009) editorialista del New York Times; David Ignatius (2010) editorialista del Washington Post.

Helene Cooper ha un carattere frizzante, svolge con grande passione il proprio lavoro di giornalista ad altissimo livello e ha più volte dichiarato il proprio amore per l'Italia, dove è stata varie volte in passato, senza però mai aver visitato le Marche.

«Sono onorata di ricevere il premio di Urbino» ha detto quando ha saputo di essere stata scelta come vincitrice 2011. «E' difficile immaginare un privilegio più alto di quello di essere riconosciuta dagli eredi culturali di Baldassare Castiglione, Elisabetta Gonzaga e Federico da Montefeltro».

Il premio «Urbino Press Award», ideato da Giacomo Guidi e Giovanni Lani, e supportato dall'azienda «Piero Guidi», è realizzato con il sostegno del Comune di Urbino, della Provincia di Pesaro e Urbino, della Regione Marche e della Camera di Commercio di Pesaro Urbino.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-06-2011 alle 17:05 sul giornale del 03 giugno 2011 - 657 letture

In questo articolo si parla di attualità, urbino, comune di urbino

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/lzy





logoEV
logoEV