Legacoop Pesaro e Urbino: crescono occupazione e fatturato

Legacoop Pesaro e Urbino: crescono occupazione e fatturato 3' di lettura 19/07/2011 -

L’assemblea ha eletto il nuovo Comitato provinciale in rappresentanza delle 97 cooperative, Franco Alleruzzo (Labirinto), confermato presidente, imprese attive soprattutto nel sociale, servizi, agricoltura e consumo, che crescono di dimensioni e che puntano alla gestione dell’energia e dell’acqua.



Rappresentano il 26% delle cooperative attive nella provincia di Pesaro e Urbino. Le 97 coop che aderiscono a Legacoop Marche stanno incrementando la propria produzione, cresciuta da 312,4 milioni del 2003 a 472,4 milioni del 2011, stanno aumentando il numero dei soci, da 46mila a 60.290, e gli addetti, da 2.622 a 3.468. Il punto sull’andamento di queste imprese e sulle prospettive di sviluppo per il futuro, si è fatto nell’assemblea provinciale che si è svolta nella Sala consiliare della Provincia di Pesaro e Urbino. Il responsabile provinciale di Legacoop, Fabio Grossetti, ha tracciato un quadro dello stato di salute della cooperazione pesarese sottolineando come “anche in questi anni di crisi, le nostre cooperative hanno avuto una crescita costante del fatturato e del numero degli addetti. Diverso il discorso per gli utili e i margini operativi, che si sono drasticamente ridotti negli ultimi tre anni. La cooperazione continua, comunque, a distinguersi per mettere al primo posto il lavoro e il mantenimento dell’occupazione”.

I settori dove sono più presenti le cooperative sono quelli del sociale, dei servizi, del consumo e dell’agricoltura. Il presidente uscente del Comitato provinciale, Gianfranco Alleruzzo della cooperativa Labirinto, confermato nel suo ruolo, ha rilevato come “il numero di cooperative si mantenga stabile” ma “le cooperative stanno crescendo di dimensioni e stanno entrando in nuovi settori con azioni innovative. Auspichiamo che il valore aggiunto della cooperazione, capace di operare in maniera imprenditoriale per il bene comune, possa trovare ulteriori nuovi campi di applicazione, quali la gestione, dell’energia e dell’acqua”.

Mauro Angelini, presidente di Legacoop Marche, ha rimarcato come “per la crescita della cooperazione, sia fondamentale la valorizzazione delle capacità e delle risorse che le stesse cooperative sono in grado di sviluppare sul territorio” e ha sottolineato “l’importanza della collaborazione con le istituzioni e la pubblica amministrazione per creare opportunità di sviluppo per le stesse imprese ma anche per tutta la comunità. Cosa che, proprio nella provincia di Pesaro e Urbino, abbiamo già realizzato con diverse azioni sinergiche”.

All’assemblea hanno partecipato il presidente della Provincia di Pesaro e Urbino, Matteo Ricci, l’assessore provinciale ai Lavori pubblici, Massimo Galluzzi, il presidente della Camera di Commercio, Alberto Drudi, l’assessore comunale ai Servizi sociali del Comune di Pesaro, Gerardo Corraducci, e quello al Bilancio, Antonello Delle Noci, la segretaria della Cgil Pesaro, Simona Ricci, e il segretario della Cisl Pesaro, Sauro Rossi, oltre al presidente di Agci Marche, Stefano Burattini.

Al termine dei lavori, l’assemblea ha eletto il nuovo Comitato provinciale, composto da Franco Alleruzzo di Labirinto, presidente, Andrea Ambrogi della cooperativa Cpl, Angelo Nardini della Coomarpesca, Arianna Ottavi di Tecnohabitat, Mario Rosati di Servizi Più, Nicola Denti di T41b, Valter Colonesi di Coop Villa Fastigi, Fabio Ceccarelli d’Italcappa, Simone Mattioli di Indaco e Marisa Maggiotti della Lucente.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-07-2011 alle 16:20 sul giornale del 20 luglio 2011 - 745 letture

In questo articolo si parla di attualità, pesaro, Legacoop Pesaro-Urbino, legacoop pesaro e urbino

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/nwL





logoEV
logoEV