Api: indispensabile investire sul welfare

alessandro nardelli Segretario provinciale API Pesaro-Urbino 2' di lettura 03/08/2011 -

Non possiamo che esprimere delusione, contrarietà e disappunto per i tagli al fondo sociale nazionale che porterebbero alla definitiva compromissione dei sistemi di welfare utili e indispensabili per garantire ai cittadini in stato di bisogno una piena tutela dei propri diritti sociali. 



Di certo le Regioni e gli enti locali non sarebbero in grado di sostenere gli ingenti costi delle prestazioni e degli interventi fino ad oggi erogati grazie al suddetto fondo per garantire quei livelli di welfare locale che rappresentano ormai un punto irrinunciabile per dare risposte concrete alle tante situazioni di disagio presenti sul territorio.

Di fronte ad uno scenario così drammatico, pertanto, serve un forte pressing nei confronti del Governo nazionale affinché non si scarichi ancora una volta il peso del debito pubblico nazionale e dell’incapacità di gestire la grave congiuntura economica proprio sulle persone che si trovano in uno stato di necessità in un’ottica di responsabilità, di solidarietà e di sussidiarietà.

Siamo perfettamente consapevoli dell'estrema gravità della crisi che stiamo attraversando, ma è nostro preciso dovere richiamare l'attenzione sul fatto che i tagli prospettati andranno ad aggravare in maniera insopportabile la condizioni di quelle che sono già adesso le fasce più deboli con i loro bisogni e i loro diritti.

Ma altrettanto importante sarà avviare una stagione di impegno per affermare il sempre più debole substrato culturale che sostiene il welfare attuale come strumento indispensabile a garantire la coesione sociale, la promozione della persona umana, lo sviluppo sociale ed economico, imprescindibile luogo di partecipazione dei diversi attori privati e pubblici, come moltiplicatore di risorse e attivatore di capacità. Riteniamo, inoltre, grave l’eventuale esclusione dalla concertazione tra il Governo e le parti sociali del Forum del Terzo Settore disconoscendone, in questo m0do, il contributo e il ruolo per lo sviluppo economico, per l’occupazione e la rete dei servizi.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-08-2011 alle 21:19 sul giornale del 04 agosto 2011 - 568 letture

In questo articolo si parla di attualità, api, welfare, alessandro nardelli, segretario provinciale api pesaro-urbino

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/n8o





logoEV
logoEV