Sant'Angelo in Vado: politiche sociali, pensionati riuniti contro i tagli

CNA - Confederazione Nazionale dell'Artigianato e della Piccola e Media Impresa 1' di lettura 15/11/2011 -

Tagli alle politiche sociali e all’edilizia sanitaria. Problemi ai servizi di assistenza, difficoltà ad arrivare alla fine del mese con pensioni rimaste al palo contro l’inflazione galoppante. Sono alcuni degli argomenti che riguardano un vero e proprio esercito di pensionati in provincia di Pesaro e Urbino.



Secondo i dati Istat sono infatti 79.047 gli over 65 su un totale di 381.730 abitanti (ovvero più del 20% dei residenti). Di questi 45.035 sono donne e 34.012 uomini. Una fetta consistente di popolazione che è ancora attiva, che non vuole essere di peso alla società e che molto spesso garantisce la sicurezza economica del nucleo familiare provvedendo in qualche caso a coprire le spese di figli e nipoti.

Dei problemi derivanti dai tagli alle politiche sociali con le ultime manovre che penalizzano soprattutto le fasce sociali più deboli, al ruolo degli anziani nella società, si parlerà nel corso di una serie di incontri organizzati da CNA Pensionati dal titolo “Salvare il sociale per Salvare l’Italia”. Il secondo incontro (il primo si è tenuto a Cagli), è fissato per giovedì 17 novembre alle ore 10, nella sede CNA di Sant’Angelo in Vado in via Madonna 2 (angolo via Garibaldi). All’incontro parteciperanno tra gli altri Valerio Angelini, responsabile provinciale di CNA Pensionati, Remo Pugliese, presidente provinciale, CNA Pensionati, Augusto Burattini e Antonio Bianchini della segreteria provinciale della CNA.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-11-2011 alle 16:42 sul giornale del 16 novembre 2011 - 616 letture

In questo articolo si parla di attualità, artigianato, cna, pensionato, tagli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/rGV





logoEV