Adriabus: 'Sui tagli chiediamo alla Regione Marche di fare un ulteriore piccolo sforzo'

Giorgio Londei - Massimo Benedetti 1' di lettura 20/12/2011 -

All’indomani della decisione della giunta della Regione Marche di effettuare un taglio del 5% delle risorse disponibili per il trasporto pubblico su gomma nel corso del 2012, il presidente di Adriabus, Giorgio Londei, ha espresso “apprezzamento per il tentativo dell’assessore ai Trasporti Viventi, l'assessore al bilancio Marcolini e del presidente Spacca di fronte alle richieste preoccupate che sono arrivate loro dall’intero sistema del tpl marchigiano”.



“Nessuno di noi nasconde le difficoltà del momento – ha aggiunto Londei – né questo è il momento delle polemiche fuori luogo”. Il presidente della società consortile di trasporto pubblico del pesarese ha però ricordato che “qualsiasi percentuale di taglio – anche quelle che all’occhio non esperto possono apparire limitate – vanno ad incidere sulla vita quotidiana dell’azienda e dei cittadini, anche perché si inseriscono in un contesto di straordinari aumenti dei costi delle materie prime”. “Ogni ‘zerovirgola’ – ha aggiunto – significa rinunciare a personale, linee, autobus e qualità”.

“Sono certo che la giunta regionale – ha concluso Londei – vorrà ancora riflettere sull’entità del taglio con un provvedimento ad hoc o in occasione dell'approvazione del bilancio. L’auspicio è che riesca a fare un ulteriore, piccolo sforzo per garantire all’intero nostro settore quelle risorse, con spirito di servizio, su cui abbiamo calibrato tutta l’attività di Adriabus per il 2012”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-12-2011 alle 16:00 sul giornale del 21 dicembre 2011 - 485 letture

In questo articolo si parla di attualità, fano, urbino, adriabus, vivere pesaro, Giorgio Londei, massimo benedetti, TRASPORTO PESARO

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/tbQ





logoEV
logoEV