Ferrovia Fano-Urbino: il Fronte di Azione Popolare Pesaro-Urbino all'attacco

Fronte di Azione Popolare Pesaro-Urbino 1' di lettura 18/01/2012 -

Il recente decreto firmato dal Ministro Passera, che smantella definivamente la tratta ferroviaria Fano-Urbino, anima e non poco la nuova formazione locale e trasversale del "Fronte di Azione Popolare Pesaro-Urbino".



Commenta così il Presidente Giacomo Rossi: "Il Governo Monti continua a difendere le grosse lobby e continua a far danni; tra gli ultimi, il decreto di dismissione della tratta ferroviaria Fano-Urbino la cui morte, a differenza di quello che diceva in campagna elettorale, é stata voluta ed accelerata dal Presidente della Provincia Matteo Ricci. Su questo assurdo decreto ministeriale vorremmo che si esprimessero anche i rappresentanti locali di tutti quei partiti, come Pdl, Pd ed Udc, che sostengono l'attuale Governo, che ha dato il colpo di grazia alla Fano-Urbino.

Come se non bastasse c'è di più. Preoccupano e molto anche i tagli alla linea ferroviaria adriatica e la volontà di smantellamento della tratta Pergola-Fabriano. Conclude Rossi: "Noi del "Fronte di Azione Popolare Pesaro-Urbino" continueremo a batterci e sostenere (a fianco anche del Comitato "Ferrovia Val Metauro"), la fattibilissima riapertura della tratta in questione nonché il mantenimento delle altre tratte in essere. Continueremo a farlo in modo chiaro e senza ambiguità".






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-01-2012 alle 11:54 sul giornale del 19 gennaio 2012 - 599 letture

In questo articolo si parla di attualità, partito politico, pesaro e urbino, fronte di azione popolare pu, fronte di azione popolare

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/t4X





logoEV
logoEV