A Palazzo Ducale l’esposizione 'La città ideale, l’utopia del Rinascimento a Urbino'

2' di lettura 20/01/2012 -

E’ stata presentata venerdì la mostra “La città ideale, l’utopia del Rinascimento a Urbino tra Piero della Francesca e Raffaello”, evento “simbolo dell’estate marchigiana 2012”, dichiara con soddisfazione l’assessore regionale alla Cultura Pietro Marcolini.



“Una mostra, sostenuta dalla Regione, che valorizza Urbino – aggiunge Marcolini – crocevia culturale del passato e del presente, simbolo della civiltà rinascimentale fiorita nel Montefeltro ad opera del duca Federico, dotto e illuminato signore del tempo, che ha segnato la cultura europea.
La città ideale, icona della galleria Nazionale delle Marche e protagonista della mostra, costituirà l’immagine visiva del cartellone degli eventi 2012 delle Marche e accompagnerà la ricca serie di iniziative che ci contraddistinguono come regione di cultura in Italia e all’estero: da Urbino Press Award, ospitato a giugno qui a Palazzo Ducale, e a Washington ad aprile, al progetto nazionale per il Bicentenario dell’apertura al pubblico della biblioteca di Monaldo Leopardi a Recanati”.

La mostra sarà, secondo Marcolini, una “illustre ambasciatrice di cultura delle Marche”, che diverrà l’immagine dei prossimi appuntamenti promozionali: dalla Bit di Milano (dal 16 al 19 febbraio) agli eventi marchigiani a New York di gennaio; accompagnerà anche il convegno nazionale dei Musei di Icom Italia, il primo Festival dei musei Happy Museum, che si svolgerà nel corso del 2012.

E’ ampia e qualificata l’offerta culturale delle Marche che per il suo alto profilo richiama visitatori: è la terra di Gentile da Fabriano e Raffaello, Bramante e Federico Barocci. Molte opere d’arte realizzate per chiese e palazzi delle Marche sono oggi conservati in musei di tutto il mondo, dal Louvre alla National Gallery di Londra fino ai più importanti musei americani, dal Getty Museum in California al Museum of Fine Arts di Boston, dalla National Gallery of Art di Washington ai musei di New York.

Per valorizzare questo patrimonio culturale disperso la Regione Marche ha realizzato un sito web dal titolo “Le Marche fuori dalle Marche” (http://sirpac.cultura.marche.it) dove è possibile consultare la banca dati immagini e le schede delle opere che un tempo si trovavano nelle Marche. Si tratta di capolavori di Gentile da Fabriano, protagonista del Gotico Internazionale, Carlo Crivelli, Raffaello, nato a Urbino, nelle Marche, Gentile da Fabriano, Lorenzo Lotto e Tiziano, entrambi veneti ma molto attivi nella nostra regione.

Solo al Metropolitan Museum Di New York si segnalano la presenza di opere di Carlo Crivelli (Venezia, 1430/1435 – Ascoli Piceno, 1494/1495) e Vittore Crivelli (Venezia, circa 1440 – Fermo, 1501/1502), Lorenzo d’Alessandro (San Severino Marche, 1445 circa – San Severino Marche, 1501), Lorenzo Lotto (Venezia, 1480 – Loreto, 1556), Fra Carnevale (Urbino, 1420/1425 circa – Urbino, 1484).

La mostra è già visibile nell’home page del sito www.cultura.marche.it. e nel sito http://musei.cultura.marche.it








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-01-2012 alle 14:11 sul giornale del 21 gennaio 2012 - 701 letture

In questo articolo si parla di attualità, regione marche, urbino, mostra, la città ideale

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/t0L





logoEV
logoEV