Roma: giornata della memoria, Ricci e Morani da Napolitano

Roma: giornata della memoria, Ricci e Morani da Napolitano 1' di lettura 27/01/2012 - "Un’esperienza straordinaria". Così Matteo Ricci, al termine della cerimonia per la giornata della memoria 2012, vissuta al Quirinale con il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.

A celebrare il ricordo delle vittime dell’Olocausto, anche il ministro dell’Istruzione Francesco Profumo e il presidente dell’Unione comunità ebraiche italiane Renzo Gattenga, oltre a tanti studenti protagonisti dei viaggi della memoria.

"Autorevolissimo, come sempre, il discorso del Capo dello Stato - ha sottolineato Ricci -, che ha lasciato un messaggio profondo alle nuove generazioni: ogni rigurgito di negazionismo e intolleranza, per quanto marginale, va stroncato sul nascere". Parole che, secondo il presidente della Provincia di Pesaro e Urbino, "sostengono la necessità di un’Europa forte, anche dal punto di vista politico, sia per uscire dalla crisi che per la difesa e la salvaguardia della pace".

Matteo Ricci, l’assessore Alessia Morani, il presidente della Provincia di Roma Nicola Zingaretti e la rappresentanza degli studenti del Marconi e del Mengaroni testimoni del viaggio della memoria 2011, hanno donato al presidente Napolitano la foto dello striscione con la scritta "L’Italia unita ad Auschwitz, per non dimenticare", esposto lo scorso aprile nei luoghi dell’orrore dell’Olocausto. Gesto particolarmente apprezzato dal Capo dello Stato, che si è congratulato con la delegazione.










logoEV
logoEV