Imu, a Urbino ridotta del 50 per cento su fabbricati agricoli strumentali

1' di lettura 06/03/2012 - L’Amministrazione comunale di Urbino ha accolto le richieste del settore agricoltura e ha deciso di ridurre del 50 per cento l’aliquota IMU che viene applicata ai fabbricati rurali a uso strumentale (stalle, fienili, ecc.). Per legge l’aliquota base è del 2 per mille.

Con la decisione odierna, sul territorio comunale di Urbino si scende all’1 per mille. Ampia la soddisfazione espressa martedì mattina dai sindacati del settore, al termine dell’incontro con il sindaco Franco Corbucci e l’assessore al Bilancio Maria Clara Muci. In rappresentanza del mondo dell’agricoltura hanno preso parte all’appuntamento Maurizio Romagnoli, Vicepresidente CIA di Pesaro e Urbino; Tommaso Di Sante, Presidente provinciale di Coldiretti; e Claudio Nasoni, Presidente provinciale di Copagri.

"Siamo soddisfatti -hanno dichiarato i tre rappresentanti di categoria- perché il Comune di Urbino ha dimostrato subito grande sensibilità e ha accolto le nostre istanze".

"Il settore dell’agricoltura -dice l’assessore Maria Clara Muci- è in difficoltà e le fortissime nevicate del febbraio 2012 lo hanno pesantemente penalizzato. Ci è sembrato giusto accogliere le richieste di riduzione dell’IMU. E’ un segnale di solidarietà che vogliamo dare. Inoltre, cercheremo di liquidare nel più breve tempo possibile le fatture 2011 che le imprese agricole hanno inviato per i lavori dello sgombero neve svolti in convenzione con il Comune".






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-03-2012 alle 15:22 sul giornale del 07 marzo 2012 - 895 letture

In questo articolo si parla di urbino, politica, comune di urbino

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/v8s





logoEV
logoEV