TeatrOltre, presentata l'ottava edizione

Amat 5' di lettura 13/03/2012 - Un palcoscenico per le più importanti esperienze del teatro di ricerca italiano. È questo l’obiettivo di TeatrOltre, rassegna giunta alla ottava edizione che accanto alle sue “sedi storiche”, Pesaro ed Urbino, da marzo a maggio “trova casa” nei teatri di Macerata Feltria, Mondavio, Senigallia ed Urbania con spettacoli che parlano i linguaggi più innovativi della scena.

La rassegna - promossa da Comune di Pesaro, Comune di Urbino, AMAT, Provincia di Pesaro e Urbino in collaborazione con i Comuni di Macerata Feltria, Mondavio, Senigallia, Urbania e realizzata con il contributo di Regione Marche e Ministero per i Beni e le Attività Culturali – si svolge da marzo a maggio con dieci appuntamenti in cartellone. L’inaugurazione il 18 marzo è ad Urbania (Teatro Bramante) con Ascanio Celestini, abilissimo narratore che dell’uso della parola ha fatto una vera e propria arte, e il suo Pro Patria lavoro con il quale torna a riflettere sulle istituzioni d’oggi, sui momenti chiave della storia del nostro paese e sulle vicende storiche appena celebrate nel 150° dell’Unità d’Italia. Il 24 marzo la grande danza internazionale è protagonista al Teatro Rossini di Pesaro con Lonesome Cowboy della Compagnia Philippe Saire, coreografo di origini algerine tra i più interessanti e vivaci nella scena della danza contemporanea europea per la prima volta nelle Marche. Sul palcoscenico, sei straordinari danzatori, regalano una performance tecnicamente impeccabile e al tempo stesso intensa, vibrante, toccante, dedicata al mondo maschile, alle sue contraddizioni e alle sue sottigliezze. Il 12 aprile TeatrOltre è ancora a Pesaro, questa volta al Teatro Sperimentale, con Mattei. Petrolio e fango di e con Giorgio Felicetti. Teatro d’inchiesta, thrilling storico, giallo con ritmi da narrazione civile. Mattei è un racconto epico di una giustizia negata, frutto di una lunga ricerca fatta di testimonianze dirette, interviste a persone che hanno conosciuto il Presidente dell’ENI.

Ancora la danza è la protagonista il 19 aprile al Teatro Sanzio di Urbino con Passo di Ambra Senatore, coreografa e danzatrice che sta seguendo una personalissima strada di ricerca autoriale nell’ambito del teatro di danza in Italia e in Francia. Passo - spettacolo vincitore del Premio Equilibrio 2009 - ne testimonia il talento e l’originalità. Io non so cominciare è un progetto di Teatro Rebis dedicato alla figura di Danilo Dolci, personalità tra le più significative della storia italiana del 900, in scena il 22 aprile al Teatro Battelli di Macerata Feltria. Una storia esemplare, però quasi del tutto dimenticata che ha spinto la compagnia diretta da Andrea Fazzini ad investigare, artisticamente, sui motivi e sugli effetti di questa amnesia sociale. Dino Garrone. fantasma dell’eternità in scena al Teatro Rossini di Pesaro il 28 aprile è un recital emozionante di Teatroaponente che lascia lo spettatore pervaso da sensazioni forti evocate dalla figura di Dino Garrone, nato a Novara e residente il più delle volte a Pesaro, meteora intellettuale tra le più carismatiche del primo Novecento italiano. Alla lettura dei suoi testi, affidata alle voci narranti di Lucia Ferrati e Cristian Della Chiara, si accompagnano le straordinarie immagini di sabbia realizzate dal vivo da Massimo Ottoni. 7-8 chili... è il peso della testa, affermano i componenti della compagnia 7-8 chili di Offida, nata nel 2005 e composta da giovani artisti. In Ossi di seppia e Replay, ultimi lavori del gruppo in scena il 5 maggio al Teatro Apollo di Mondavio, emerge un’originale indagine sul corpo e le sue possibili relazioni con oggetti e cose. 7-8 chili aderiscono a Matilde, Piattaforma regionale per la nuova scena marchigiana, un progetto di Regione Marche e AMAT.

Il 10 maggio il palcoscenico del Teatro Sanzio di Urbino è per le nuove promesse della danza contemporanea italiana. Nel corso della serata dal titolo Nuova danza italiana. Anticorpi explo protagonisti sono tre progetti di giovani talenti che nell’ultimo anno, per qualità e originalità, sono emersi dalla “Vetrina giovane danza d’autore” promossa dal network Anticorpi XL. In Do not, maybe, di Paolo Amerio e Angela Rabaglio, l’atmosfera si ispira ad un tennis club e prevede un delicato connubio tra sport ed eleganza. Una cuoca ci conduce lungo il confine tra i movimenti quotidiani del cucinare e quelli astratti della danza attraverso una ricetta, nella performance The cut-tuk show di Marta Cortellazzo. Verso la luce è un brano ideato e danzato da Leonardo Diana, bravissimo performer che attraverso tre quadri e con incessante energia fisica mette in scena una ricerca d’identità. Rotonda alle mare è il suggestivo titolo della serata in programma alla Rotonda a Mare di Senigallia il 17 maggio. L’appuntamento si compone di un trittico in cui due artiste – la performer e coreografa Mara Cassiani e l’illustratrice Mara Cerri – propongono le loro ultime creazioni, rispettivamente Uno su uno e via Curiel 8, film d’animazione che sancisce l’interagire delle loro arti nel lavoro You and me and everywhere. La conclusione di TeatrOltre il 25 maggio a Pesaro presso il Dylan Club è affidata a Appunti per un’accorta gestione demografica di Federico Paino. Un monologo fiume, liberatorio su una trama quasi priva di ogni determinatezza: una stanza vuota, una cornice sospesa nel vuoto, un uomo ben vestito, la sua valigia, un telefono, rumori impercettibili e un silenzio artificiale; nella segreteria gli unici segni umani dal mondo esterno.

Per informazioni: AMAT 071 2072439 (biglietteria Ancona) 0721 1836768 (biglietteria Pesaro), www.amat.marche.it.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-03-2012 alle 16:42 sul giornale del 14 marzo 2012 - 488 letture

In questo articolo si parla di spettacolo, teatro, urbino, spettacoli, pesaro, vivere pesaro, amat marche, teatroltre, eventi pesaro

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/wpS





logoEV