Scomparsa di Tonino Guerra, l'Università in lutto

tonino guerra 1' di lettura 21/03/2012 - L’Università di Urbino piange uno dei suoi grandi testimoni. Tonino Guerra vi si laureò in Pedagogia nel 1946 con una tesi sulla poesia dialettale frutto delle storie in romagnolo raccontate ai compagni di prigionia in Germania.

Da qui e dall’attenzione di Carlo Bo prese forma la sua prima raccolta poetica, I scarabocc, con la prefazione dello stesso Bo che avrebbe retto l’Ateneo per più di cinquant’anni.

Uno di quei scarabocc era La Farfalla, mirabile sintesi del ritorno alla vita dopo la guerra:

Cuntent, propri cuntent
a so ste una masa ad volti tla voita
mo pio di tott quant ch'i m'a libere
in Germania
ch'a m so mess a guarde una farfala
senza la voia ad magnela.

Contento, proprio contento
sono stato molte volte nella vita
ma più di tutte quando
mi hanno liberato in Germania
che mi sono messo a guardare una farfalla
senza la voglia di mangiarla

Al poeta e sceneggiatore, la Facoltà di Lettere dell’Ateneo avrebbe poi conferito la laurea Honoris Causa il 19 marzo 2005.

Particolarmente colpito il rettore Stefano Pivato, che precorre i tanti ricordi del suo conterraneo con un suggerimento: “Le poesie di Guerra non si leggono. Si fanno sentire, come fossero scene di un film”.






Questo è un articolo pubblicato il 21-03-2012 alle 17:19 sul giornale del 22 marzo 2012 - 548 letture

In questo articolo si parla di attualità, urbino, tonino guerra, Università degli studi di Urbino Carlo Bo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/wMm





logoEV
logoEV