Muoversi in Europa: studiare formarsi, lavorare nei paesi dell'UE

Muoversi in Europa 2' di lettura 10/04/2012 - Martedì 17 aprile 2012 alle 10,30, nella Sala del Consiglio della Facoltà di Economia, in via Saffi 42, il Centro di Documentazione Europea dell’Ateneo terrà un incontro sulla Mobilità in Europa per l'apprendimento.

La mobilità transnazionale volta all'acquisizione di nuove conoscenze, capacità e competenze è uno dei mezzi fondamentali a disposizione dei giovani per incrementare le proprie possibilità di occupazione e potenziare la propria consapevolezza interculturale, il proprio sviluppo personale, la creatività e la cittadinanza attiva. Il CDE, che fa parte della Rete Nazionale d’Informazione dell’Unione Europea, ha organizzato, infatti, il seminario: “Muoversi in Europa: studiare formarsi, lavorare nei paesi dell’UE. Il Centro intende favorire una migliore conoscenza, all’interno del mondo accademico, delle diverse opportunità di mobilità all’estero offerte dall’UE per studiare, lavorare e fare esperienze in un altro paese; promuovere una riflessione su aspetti e problemi connessi alla libertà di circolazione delle persone nell’UE; fornire esempi di buone prassi relative alla mobilità come crescita professionale, culturale, sociale e personale e, non da ultimo, realizzare una iniziativa in cooperazione tra le reti di informazione UE.

Si parlerà, in effetti, di mobilità “in rete e tra reti”, ossia in sinergia con i colleghi delle reti ufficiali di informazione dell’UE: come il Centro Europe Direct Marche dell’Università di Urbino “Carlo Bo” , l’ufficio Erasmus dell’Ateneo, il servizio Eures della provincia di Pesaro Urbino e il Centro Servizio per il Volontariato delle Marche ( AVM). Inoltre tale evento rientra in un Progetto nazionale intra-reti dei CDE italiani 2011-2012 “ La mobilità in Europa. Diritti, informazione, opportunità: il futuro nelle tue mani” e realizzato con il contributo della Rappresentanza i Italia della Commissione europea. L’ iniziativa è rivolta a giovani studenti, laureati, ricercatori e alla cittadinanza.

In occasione dell’evento, verranno lasciate al pubblico diverse pubblicazioni; tra queste una presentazione della guida wiki abCDEuropa (www.wikicde.it/mediawiki) realizzata da alcuni CDE italiani, tra cui anche quello di Urbino, con il contributo della Rappresentanza in Italia della Commissione europea. Tutte le informazioni sul progetto nazionale e sull’evento realizzato dal CDE di Urbino sono disponibili sul sito nazionale dei CDE italiani www.cdeita.it, e anche nel sito del CDE dell’Ateneo di Urbino “ Carlo Bo”: www.uniurb.it/cde/home.htm








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-04-2012 alle 16:46 sul giornale del 11 aprile 2012 - 576 letture

In questo articolo si parla di attualità, urbino, Università degli studi di Urbino Carlo Bo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/xAc