Il Comune di Urbino si riaffida a Cofely per la gestione dei servizi energetici

teatro sanzio di urbino 2' di lettura 30/08/2012 - Il Comune di Urbino ha deciso di rinnovare il suo impegno sulla via dell’efficienza energetica con Cofely, Gruppo GDF SUEZ.

Questo nuovo contratto - del valore complessivo di 3,3 milioni di euro e di durata pari a 10 anni - consentirà nel suo complesso un risparmio energetico pari a 150 TEP (Tonnellate Equivalenti di Petrolio), insieme ad una riduzione annuale della bolletta energetica del 6,3% e delle emissioni di CO2 in atmosfera di circa 60 tonnellate l’anno. Cofely avrà in carico la gestione dei servizi energetici, compresa la riqualificazione tecnologica degli impianti di 33 edifici di proprietà e/o di competenza comunale dalla potenza complessiva di circa 6.200 kW, tra cui 13 scuole, 1 asilo nido, Collegio Raffaello, Teatro Sanzio, 8 impianti sportivi e 4 sedi comunali.

“Il rinnovo del contratto di efficienza energetica per l’Amministrazione Comunale di Urbino è per noi un importante riconoscimento del lavoro svolto in passato, ma soprattutto una nuova sfida per proseguire sulla strada dell’utilizzo razionale dell’energia e della salvaguardia dell’ambiente urbinate – commenta Giovanni Rivolta, Direttore Polo Operations di Cofely –. Cofely è impegnata concretamente sul territorio nello sviluppo di soluzioni energetiche innovative che integrino anche l’utilizzo delle rinnovabili, al fine di contenere i costi e ridurre l’impatto ambientale, come in questo caso”.

Nell’ambito del medesimo contratto Cofely si occuperà, infatti, anche di installare 5 sistemi solari termici presso gli edifici dell’asilo nido Pablo Neruda, i campi sportivi Cavallino, Canavaccio e Schieti e gli spogliatoi Montefeltro per un totale di 46 m2 di superficie. Cofely provvederà, inoltre, all’estensione del sistema di telecontrollo comunale alla scuola elementare Pascoli, alla scuola media Montefeltro, alla scuola di Canavaccio e alla scuola materna di via Oddi. Grazie a questa integrazione, Cofely avrà una visione più sistemica degli impianti per una gestione efficiente e in tempo reale delle centrali termiche, al fine di intervenire tempestivamente in caso di anomalie riscontrate nel funzionamento.

L’avvio dei lavori è previsto nel mese di settembre e la prima tranche si concluderà all’inizio dell’autunno, in concomitanza con l’accensione degli impianti. Nelle Marche, Cofely annovera tra le proprie referenze per il servizio energia anche: l’Università di Macerata, l’Ersu di Camerino, il Comune di Macerata, la Provincia di Macerata, l’Asur Marche, la Provincia di Ascoli Piceno, l’Ersu di Macerata, i Comuni di Montelupone e Potenza Picena.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-08-2012 alle 19:12 sul giornale del 31 agosto 2012 - 716 letture

In questo articolo si parla di attualità, comune di urbino, Cofely

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/Djt





logoEV
logoEV