Premio Antiracket al Procuratore Nazionale Antimafia Pietro Grasso

Procuratore Nazionale Antimafia Pietro Grasso 2' di lettura 02/10/2012 - Nell’ambito della Giornata dei “Maestri del Commercio” che si svolgerà domenica 7 ottobre dalle ore 10.45 presso la Sede di Confcommercio a Pesaro, verrà consegnata la XV^ Targa della Solidarietà – Premio Antiracket al Procuratore Nazionale Antimafia Pietro Grasso.

L’iniziativa è di 50&Più, l’Organizzazione di Anziani di Confcommercio presieduta da Giuseppe Ciucciarelli, che sottolinea il valore di questo premio, unico in Italia "con il quale vogliamo esprimere la solidarietà del mondo del commercio – in particolar modo degli anziani del commercio, a quanti nel mondo dell’impresa e delle Istituzioni operano per combattere la criminalità, difendere le Istituzioni e la legalità".

Il Dottor Pietro Grasso è entrato in Magistratura nel 1969. Sostituto Procuratore alla Procura di Palermo fino all’ottobre 1984 ha diretto innumerevoli indagini tra cui quella sull’omicidio del Presidente della Regione Sicilia Piersanti Matterella. Dal settembre 1985 è Giudice “a latere” nel maxiprocesso contro la mafia il cui dibattimento si è concluso con la sentenza pronunciata il 16 dicembre 1987. Finito il dibattimento il Procuratore Grasso è stato delegato alla stesura della monumentale sentenza (7000 pagine) con la quale sono stati inflitti 19 ergastoli ed oltre 2500 anni di reclusione.

Nel maggio 1991 è stato chiamato da Giovanni Falcone al Ministero della Giustizia e dopo la strage di Capaci ha sostituito Falcone come componente della Commissione centrale per i programmi di protezione nei confronti di testimoni e collaboratori di giustizia.

Nel maggio 1999 è stato nominato Procuratore Nazionale Antimafia Aggiunto fino al 4 agosto dello stesso anno, data in cui ha ricoperto la funzione di Procuratore della Repubblica di Palermo.

Dal 25 ottobre 2005 è Procuratore Nazionale Antimafia.










logoEV