Riforma delle Province, Corbucci: 'La Provincia di Pesaro e Urbino mantenga l’autonomia'

Franco Corbucci 1' di lettura 13/10/2012 - Per quanto riguarda il futuro assetto delle Province nelle Marche, dopo quanto stabilito dal Decreto del Governo Monti, ritengo valida la proposta di avere quattro Province, come indicato dal CAL (Consiglio delle Autonomie Locali), il quale è rappresentativo dell’intera realtà marchigiana.

Vedo però che in Consiglio Regionale si avanza anche l’ipotesi di arrivare a proporre due sole “Super Province”: Ancona e Macerata. Trovo quest’ultima idea del tutto fuori luogo. E’ già previsto dal Decreto del Governo che la Provincia di Pesaro e Urbino mantenga la propria autonomia, in quanto è in linea con tutti i parametri richiesti (sia per l’estensione territoriale che per il numero di abitanti).

E’ quindi assurdo che una Provincia prevista dai parametri del Governo debba essere cancellata per accorparsi con Ancona, anch’essa confermata come autonoma da parte della legge di riforma. L’unico problema, se esisterà, fa riferimento all’assetto delle Province di Macerata, Ascoli Piceno e Fermo, le quali dovranno trovare un accordo e una sintesi.

Come sindaco di Urbino, città Co-Capoluogo di Provincia, sono quindi fermamente contrario a ogni provvedimento che vada in senso contrario allo spirito e alla logica che ha guidato la riforma delle Province. Su questo saremo estremamente vigili.






Questo è un articolo pubblicato il 13-10-2012 alle 00:18 sul giornale del 13 ottobre 2012 - 2519 letture

In questo articolo si parla di urbino, politica, comune di urbino

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/ET9