62° Giornata nazionale per le vittime degli incidenti sul lavoro

Giornata Nazionale vittime incidenti sul lavoro 3' di lettura 16/10/2012 - Nel convegno promosso dall'Anmil si è lanciato l'appello per tenere alta l'attenzione verso la sicurezza nei luoghi di lavoro. Premiati i grandi invalidi e gli alunni delle scuole provinciali.

Continuare a fare informazione per diminuire ancora gli incidenti sui luoghi di lavoro. E' l'appello lanciato dalla 62° Giornata Nazionale per le Vittime degli Incidenti sul Lavoro, promossa dall’Associazione Nazionale fra lavoratori Mutilati e Invalidi del Lavoro (Anmil) di Pesaro e Urbino, che si è svolta domenica 14 ottobre al teatro Raffaello Sanzio di Urbino.

Presenti alla cerimonia, condotta dai giornalisti Silvia Falcioni e Marco Giovenco, il Presidente provinciale Anmil Fausto Luzi, il Presidente del consiglio regionale Vittoriano Solazzi, l’assessore provinciale al lavoro Massimo Seri, il Sindaco di Urbino Franco Corbucci, il direttore provinciale Inail Rocco Mario Del Nero, l’assessore ai servizi sociali di Pesaro Giuseppina Catalano e il vice Sindaco di Fano Maria Antonia Cucuzza.

L'iniziativa, realizzata sotto l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica, è stata innanzitutto un momento di riflessione con l'obiettivo di diffondere il più possibile nel territorio la cultura della sicurezza sul lavoro e della prevenzione degli infortuni. Circa 800mila lavoratori ogni anno si infortunano o denunciano una malattia professionale e di loro circa 40mila rimangono permanentemente invalidi, mentre oltre 1.400 perdono la vita sul lavoro o a causa di malattie provocate dal lavoro.

La cerimonia dell’Anmil è stata anche l’occasione per premiare gli studenti che hanno partecipato alla 4° edizione del concorso “Il destino non c’entra”. Ad aggiudicarsi il premio sono stati nell’ordine Sara Girometti della IV F del liceo scientifico Marconi di Pesaro, Anna Lisa Benedettini della IV G dell’Isa di Urbino e Matteo Fedrigucci della IV G dell’Isa di Urbino per la sezione illustrazione; nella sezione multimediale i vincitori sono stati la classe IV A dell’istituto Olivetti di Fano, le classi IV TIEL e TIM del Volta di Fano ed Alessandro Faggi della IV B del liceo Marconi di Pesaro. Il premio speciale poesia e prosa, dedicato a Massimiliano Bertozzi, geometra 25enne deceduto nell’intento di salvare due colleghi, è andato a Monica Casadei della IV G del liceo Marconi. A consegnare il premio è stata la mamma di Massimiliano Anna Portalupi.

L’Anmil ha invece assegnato dei riconoscimenti al Sindaco Corbucci, al presidente del consiglio regionale Solazzi e al presidente emerito del Conservatorio Rossini e socio onorario Anmil Giorgio Girelli. Due pergamene sono state assegnate in memoria di ex componenti dell’Anmil, Domenico Santoni e Adriano Cartoni mentre l'Inail ha premiato con i distintivi d'Onore Eros Tonucci e Laura Guidarelli.

Soddisfatto per la riuscita della giornata si è detto il presidente provinciale di Anmil Fausto Luzi: “Per questa Giornata vogliamo rinnovare un appello a tutti affinché la sicurezza sul lavoro diventi un valore condiviso, una ricchezza e un punto di forza delle nostre aziende, una garanzia per i nostri lavoratori e per le loro famiglie. È un obiettivo raggiungibile con uno sforzo che deve essere prima di tutto culturale, attraverso l’educazione delle nuove generazioni e la formazione continua alla prevenzione partendo dalla scuola”.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-10-2012 alle 10:38 sul giornale del 17 ottobre 2012 - 844 letture

In questo articolo si parla di lavoro, Anmil, Associazione nazionale Mutilati e Invalidi del lavoro, pesaro-urbino, 62° giornata nazionale vittime incidenti sul lavoro

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/E1i





logoEV
logoEV