Gioco d’azzardo: un fenomeno in continua crescita

gioco azzardo 3' di lettura 12/03/2013 - Il gioco d’azzardo è un fenomeno che negli ultimi anni ha avuto un forte incremento e, anche se è vero che coinvolge senza pericolo milioni di persone, sono invece molti i giocatori che sviluppano una vera e propria dipendenza. Si stima che il numero di giocatori patologici sia compreso tra l’1 e il 3% : verosimilmente in Italia ciò equivale ad una cifra oscillante fra 700.000 e 1.400.000 persone in “età di gioco”.

E’ una dipendenza insidiosa in quanto socialmente incentivata e basata sull’illusione di trovare in un dato comportamento la propria sicurezza e la soddisfazione ai propri bisogni personali, è un esperienza che diviene drammatica non solo per il giocatore, ma anche per tutti i familiari che si trovano in una situazione spesso molto difficile e non sanno come intervenire.

La crisi economica è sicuramente uno dei fattori che concorrono alla diffusione del gioco, la mancanza di un lavoro ed il tentativo di cercare un guadagno facile ha spinto molte persone nelle sale da gioco. Ogni giorno sono centinaia le persone a Fano che si riversano nelle sale da gioco o nei bar con una slot machine. Molti sono passati dal giocarsi il resto del caffè al giocare tutto lo stipendio.

Altro fattore incentivante è la diffusione dei luoghi e delle occasioni di gioco che oltre alle lotterie ad estrazione istantanea e alle slot ormai presenti anche nei bar sono nate le VLT ( simili alle slot machine ma con premi molto più alti e con la possibilità di spendere più denaro). Dal 2008 è legale anche il gioco d’azzardo on-line, ora è possibile giocare in casa di giorno o di notte, anche 24 ore su 24. Se pensiamo che fino agli inizi degli anni ’90 in Italia vi erano solo tre occasioni settimanali di gioco d’azzardo: Lotto, Totocalcio e Totip,oggi vi sono decine di possibilità che coprono tutto l’arco della giornata.

I messaggi pubblicitari: tutti sono tesi a far credere che sia facile vincere, basta giocare. Decine, centinaia di messaggi pubblicitari che vengono diffusi tramite televisione, giornali, internet, cartelloni pubblicitari e campagne martellanti che inducono la falsa credenza che la vincita è a portata di mano occorre solo aiutarla continuando a giocare.

Le esperienze di cura sono ancora poche e diversamente distribuite nelle varie regioni.

A Fano dal 2010 è stato aperto un servizio gestito da professionisti formati sulle tematiche specifiche del gioco d’azzardo patologico. Il sevizio gestisce uno sportello di consulenza al quale familiari o giocatori possono accedere telefonando al 3318166124 o inviando una mail a progettoplayoff@gmail.com. Sono stati attivati anche un gruppo per familiari e uno per giocatori con incontri settimanali. Il progetto è gestito dalla I.R.S. L’Aurora soc. coop. Sociale in collaborazione con i Servizi per le Dipendenze Patologiche di Fano, Fossombrone e Urbino ed è un progetto del Dipartimento delle Dipendenze finanziato con fondi regionali.








Questo è un MESSAGGIO PUBBLICITARIO - ARTICOLO A PAGAMENTO pubblicato il 12-03-2013 alle 02:14 sul giornale del 13 marzo 2013 - 987 letture

In questo articolo si parla di cronaca, attualità, fano, news, alberto bartozzi, notizie fano, ultim'ora

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/Kui





logoEV
logoEV