S. Angelo in Vado: un successo inimmaginabile per 'Che tipo sei?' è record di tipizzazioni

sant'angelo in vado 2' di lettura 27/09/2013 - Un successo inaspettato sia per gli organizzatori che per gli addetti ai lavori: il presidente uscente dell'Admo Marche, Vitangelo Paciotti visibilmente emozionato, non riusciva a credere ai suoi occhi, guardando la fila di giovani che attendeva il proprio turno per tipizzarsi.

A fine giornata il numero record è di 134 nuovi tipizzati, ognuno di loro una speranza per i malati che necessitano una donazione di midollo: "Un numero fuori dal comune, questo è da Guinness dei Primati -afferma Piero Prosperi, responsabile e fondatore del ADMO Marche-. Portare in piazza un numero così grande di persone è stupefacente, faccio i miei complimenti agli organizzatori che hanno realizzato tutto questo".

Con la quota di 134 Sant'Angelo in Vado, cittadina di appena 4000 abitanti è quarta in Italia in riferimento ai risultati della campagna “Ehi tu hai midollo” edizione 2012, dopo città molto più grandi come Genova, Torino e Pinerolo:" abbiamo nella nostra Regione 20 sezioni ma quello che manca è l'informazione, per questo eventi di questo tipo diventano fondamentali". I due giorni hanno visto una grande partecipazione di pubblico sin dal convegno “Che tipo sei?” che ha fatto registrare il pienone a Teatro Zuccari e si è rivelato molto toccante per tutti i partecipanti.

Durante gli interventi si sono alternati momenti scientifici e toccanti testimonianze, ma non sono mancati momenti di sano umorismo con la coppia comica Bicio e Boni. La serata è stata all'insegna della musica col concerto in piazza Umberto I della Bottega del Rumore Nobile. La domenica coi volontari appena arrivati si sono presentati subito i primi curiosi che, grazie alla professionalità dello staff di Associazione Culturale Gianluabbracciatutti, ADMO, AVIS, CRI e alla simpatica spinta dei clown Vip Ciofega, hanno finito per essere i primi tipizzati di giornata.

Col passare delle ore un numero sempre crescente di persone passava per l'ambulanza dove il personale medico effettuava loro il prelievo e già verso le 17 si poteva brindare al centesimo tipizzato. Nel frattempo impazzava il torneo di biliardino con 32 coppie maschili e 16 femminili, e i cavalli del ranch Amati portavano in sella tanti bambini e anche qualche adulto. Il conto si chiude a quota 134 tipizzazioni, un piccolo gesto di ognuno, nel ricordo di Gianluca, che permette di dare speranza alle persone malate e che necessitano di una donazione di midollo, un passo necessario per trovare donatori compatibili che con questo piccolo gesto possono addirittura salvare una vita.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-09-2013 alle 15:49 sul giornale del 28 settembre 2013 - 858 letture

In questo articolo si parla di attualità, sant'angelo in vado, donatori di midollo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/Sln





logoEV