Scuola di Alta Formazione Europea: il Presidente Solazzi, ''L'Europa ha bisogno dei giovani''

2' di lettura 29/09/2013 - “L'Europa ha bisogno di persone che hanno una capacità di visione ampia e profondamente legata al territorio. L'Europa vera è quella che non può esaurirsi nell'unione monetaria e necessità sempre di più di nuove e giovani idee.

La crisi attuale può vedere una possibilità di uscita proprio nell'Europa. C'è bisogno di volontà e confronto che proprio in questi tre giorni si sono sviluppati tra di voi. Avete dato l'idea del cambiamento che può partire proprio da voi. Le pubbliche amministrazioni devono saper leggere oltre il quotidiano. Il nostro Paese ha troppe fragilità interne dal debito pubblico alle infrastrutture e in questo quadro se non ci dovessimo affidare ai giovani dovremmo essere veramente preoccupati”

Così il Presidente dell'Assemblea legislativa delle Marche, Vittoriano Solazzi, nella mattina di domenica 29 settembre si è rivolto ai giovani amministratori e imprenditoriha chiuso le tre giornate della Scuola di Alta formazione Europea per giovani amministratori e imprenditori del Consiglio regionale. Nella splendida sede della Sala del Giardino d'Inverno del Palazzo Ducale, i giovani partecipanti, provenienti da tutta Italia, hanno presentato i risultati dei Gruppi di lavoro costituiti durante le giornate di formazione per affrontare macro temi come l'amministrazione, il digitale, la sanità, la cultura, il lavoro, le imprese, l'ambiente e il territorio.

“Abbiamo bisogno di nuove idee – ha detto la Vice Presidente del Consiglio regionale, Rosalba Ortenzi che ha coordinato i lavori – e nuovi strumenti per mettere nelle mani dell'Europa che verrà una situazione solida e foriera di nuovi sviluppi e questo proprio attraverso il preziosissimo contributo dei giovani che sono il nostro futuro. Per costruire una Europa capace di consolidare una effettiva integrazione a tutti i livelli è necessario, infatti, compiere un salto di qualità raccogliendo le reali esigenze di una nuova generazione di amministratori e imprenditori” Mercedes Bresso, Vice Presidente del Comitato delle Regioni Europee, nel sottolineare l'importanza del riconoscimento dato recentemente dall'Europa alle Marche per l'innovazione imprenditoriale, ha parlato delle azioni proprie del Comitato e delle funzioni importanti attribuite dal Trattato di Lisbona alle Assemblee legislative per ciò che riguarda la partecipazione alla formazione della legislazione europea.

Una funzione fondamentale nel momento in cui si vanno costruendo i nuovi fondi comunitari. “La forza sarà nell'elaborare un progetto comune dell'Italia – ha detto la Bresso - l'Europa 2020 ha le idee chiare su dove si vuole andare: Green economy, agenda digitale, inclusione sociale sono le tre parole fondamentali. E verso questi obiettivi dovranno guardare le aziende e le amministrazioni che vorranno accedere ai Fondi europei.”






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-09-2013 alle 18:44 sul giornale del 30 settembre 2013 - 1161 letture

In questo articolo si parla di attualità, regione marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/Spu