Tutt* a Pesaro per lo sciopero sociale del 18 ottobre. Diritti, Reddito, Dignità!

Sciopero Sociale a Pesaro 18 ottobre 2013 Rete Disoccupati, precari, lavoratori e lavoratrici, studenti e studentesse 3' di lettura 15/10/2013 - Il 18 ottobre è stato indetto sciopero generale su scala nazionale. I sindacati di base hanno deciso di chiamare questa giornata il 18 ottobre per chiedere il rinnovo dei contratti e l'aumento di salari e pensioni; per la difesa della scuola, dell'istruzione e della sanità pubblica; contro le politiche di austerità del governo Letta; contro la disoccupazione di massa e la precarizzazione del lavoro.

La ‘Rete Disoccupati Studenti Precari-PesaroUrbino’ affronta questa giornata di lotta chiamando a raccolta per un corteo provinciale tutte quelle realtà che lottano in difesa dei territori, del diritto all' abitare e del diritto allo studio, contro la disoccupazione e lo sfruttamento del lavoro. Un corteo di student* disoccupat* e precar* sfilerà per le strade di Pesaro rivendicando reddito, diritti e dignità.

Viviamo sulla nostra pelle la progressiva perdita di diritti e tutele che una volta ci garantivano come fascia debole, subiamo quotidianamente la perdita di tutte quelle tutele che ci permettevano di poter studiare al di là delle difficoltà economiche. La questione abitativa si fa urgente, con gli affitti in nero o eccessivamente gravosi in un periodo di impoverimento generale come questo, per non parlare di quegli appartamenti senza le minime condizioni di igiene e sicurezza. Le borse di studio vanno via via dimezzandosi in numero e consistenza rispetto a soli tre anni fa, quindi molti degli aventi diritto non possono più accedervi e i pochi fortunati ricevono ormai sistematicamente la metà di quanto gli spetta. Persino usufruire di un servizio elementare come il trasporto pubblico è divenuto esoso dopo la perdita della convenzione agevolata per gli studenti, l' aumento del costo del biglietto, la diminuizione delle corse garantite e l' obbligatorietà dell' abbonamento annuale. Intanto chi di noi si è gia affacciato al mondo del lavoro ha visto il deserto, così tra qualche stage senza neanche il rimborso spese e le file interminabili al centro per l' impiego si vede negare quotidianamente la possibilità di una vita dignitosa.

Insomma, la domanda ci sorge spontanea e la risposta è conseguenziale: Per quanto tempo ancora dovremo tollerare le cattive amministrazioni, i tagli al pubblico, la deriva dei nostri diritti? Per quanto ancora dovremo lavora gratis tra tirocini e praticantati vari? Per quanto ancora subiremo in silenzio il ricatto precario in una vita senza prospettive e fra mille lavori senza diritti ne tutele? Davvero non un minuto di più.

Per queste ragioni anche noi, studentesse e studenti dell' Università di Urbino scenderemo in piazza con le nostre rivendicazioni, convinti della necessità di unire le diverse realtà sociali in lotta contro le conseguenze della crisi e delle politiche di austerity.

Tutt* a Pesaro... un primo passo per un autunno di lotte.... !!!

DIRITTI, REDDITO DIGNITA’!

LIBERA BIBLIOTECA DE CARLO

Per le partenze da Urbino:
Ritrovo ore 07:45 a Mercatale - Partenza in autobus ore 08:00 ( 338/6220220 - 333/5917075 - 340/6209954 )






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-10-2013 alle 08:41 sul giornale del 16 ottobre 2013 - 1056 letture

In questo articolo si parla di attualità, studenti, pesaro, precari, disoccupati, lavoratori, diritti, reddito, rete, studentesse, sciopero pesaro, lavoratrici, Collettivo autogestito urbino, dignità, sciopero sociale, 18 ottobre 2013, universitari pesaro

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/S7h





logoEV