7^ Giornata Nazionale delle Ferrovie Dimenticate, passeggiata sui binari dalla stazione di Urbino

2' di lettura 28/02/2014 - Domenica 2 marzo si terrà la 7^ Giornata Nazionale delle Ferrovie Dimenticate con manifestazioni in tutta Italia. L’Associazione FVM, insieme al circolo Legambiente Urbino , il FAI Pesaro ed il Club Alpino organizza il suo Evento dal titolo: 'Un percorso tra le armonie del passato e le realtà del presente'.

Una passeggiata sui binari dalla stazione di Urbino ( h 09:00) fino al casello al km 76+863 ( 6 km a/r). Lungo il percorso saranno fornite informazioni sulla storia e le caratteristiche della ferrovia (abbigliamento idoneo, scarpe da trekking, munirsi di torcia).
Sarà presentato anche un ordine del giorno a disposizione di tutti i consiglieri comunali, provinciali e regionali per riaprire il dibattito sul futuro della ferrovia Fano Urbino.

Nelle precedenti manifestazioni si erano messe in evidenza le potenzialità turistiche, le straordinarie caratteristiche tecniche e lo stretto legame tra storia del territorio e capacità di modificare positivamente la mobilità pubblica in stato di difficoltà crescente.

Quest’ anno si vuole proporre un altro aspetto:
se non si fosse abbandonata la viabilità ferroviaria nel Montefeltro sarebbe stato necessario costruire opere stradali ad alto impatto paesaggistico e dai costi faraonici?
se l’idea di sostituire la ferrovia con la ciclabile o non si sa che cos’altro andasse avanti, quante aree verdi, rimaste tali per la pertinenza con la ferrovia, diventeranno edificabili ??

La mancata ricostruzione del tratto Pergola-Fermignano, l’abbandono del progetto Urbino Sant’Arcangelo di Romagna, il mancato potenziamento della Fano Urbino unito a interessi privati e miopia politica hanno determinato prima la sospensione del servizio ferroviario nell’1987 ed ultimamente, per opera dell’attuale dirigenza politica locale, la dismissione nel 2011.

Noi siamo convinti che da tutti gli errori del passato e soprattutto dagli "orrori" del presente si possa ancora tornare indietro; a tal fine proponiamo a tutti coloro che sono convinti sostenitori delle nostre tesi di partecipare all'evento urbinate che significherà non più una passeggiata domenicale ma una vera forma di lotta e protesta.

Le ferrovie a carattere locale, per ragioni legate alle dinamiche d’impatto ambientali ed agli attuali costi, difficilmente vengono ricostruite se dismesse e distrutte : rinunciare all’ unica ferrovia a carattere locale della provincia di Pesaro e Urbino in cambio di una misera ciclabile è una scelta che si ripercuoterà negativamente sulle generazioni future.

La Fano Urbino può essere un'icona della Valle Metauro, così come lo è diventata in Val Venosta ove ferrovia e valle , indissolubilmente unite nell'immaginario collettivo, formano un formidabile strumento per il progresso della collettività .

Infine comunichiamo anche che l’Associazione FVM parteciperà, su specifico invito, al
“VII FESTIVAL EUROPEO DEL GUSTO sulle FERROVIE DIMENTICATE” a Grantorto di Padova il 1 marzo.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-02-2014 alle 00:04 sul giornale del 28 febbraio 2014 - 638 letture

In questo articolo si parla di attualità

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/ZcW





logoEV
logoEV