Università: i dati Almalaurea confermano gli ottimi livelli e la soddisfazione dei laureati a Urbino

3' di lettura 06/06/2014 - Presentato da AlmaLaurea il XVI Profilo dei laureati degli atenei italiani. L’indagine ha coinvolto 230mila laureati del 2013 di 64 Atenei aderenti da almeno un anno al Consorzio Interuniversitario AlmaLaurea, tra cui l’Università di Urbino.

I laureati dell’Università di Urbino coinvolti nel XVI Profilo sono i 2.535 giovani usciti dall’Ateneo nel 2013. Tra questi, 1.401 laureati di primo livello, 666 laureati nei percorsi magistrali biennali e 275 laureati a ciclo unico.

Tra i dati più significativi, il contributo dell’Ateneo all’ascensore sociale: Il 78% dei laureati di primo livello dell’Università di Urbino non ha i genitori laureati; la media nazionale è del 74%. Dunque, per la maggioranza dei casi il titolo accademico entra per la prima volta in famiglia.

La riforma universitaria ha portato anche ad un aumento dei laureati che frequentano regolarmente le lezioni: il 56% dei laureati triennali ha frequentato oltre i tre quarti degli insegnamenti previsti, è il 68% per il complesso dei laureati. I laureati dell’Università di Urbino di primo livello che hanno svolto tirocini e stage sono il 72%, percentuale nettamente superiore alla media nazionale (61%). Superiore alla media nazionale anche il valore delle esperienze di studio all’estero che coinvolge il 12,5% dei laureati di primo livello dell’Università di Urbino, contro il 10% a livello nazionale. L'88% dei laureati dell’Università di Urbino (85,5% la media nazionale) si dichiara complessivamente soddisfatto del corso di studi. Alla domanda se si iscriverebbero di nuovo all’Università risponde “sì”, ed allo stesso corso dell’Ateneo, il 66% dei laureati, un valore in linea la media nazionale (65%). E dopo la laurea? Il 70% dei laureati dell’Università di Urbino intende proseguire gli studi, il 76% a livello nazionale. La modalità di prosecuzione più diffusa è la laurea magistrale (54%).

Nell’esperienza formativa dei laureati magistrali si riscontrano indici particolarmente elevati di frequenza alle lezioni: 55 laureati su cento dichiarano di avere frequentato regolarmente più dei tre quarti degli insegnamenti previsti. Si riscontra, inoltre, una consistente quota di chi fa esperienza di stage: 61 laureati magistrali dell’Università di Urbino su cento; a livello nazionale è il 56%.
Per quanto riguarda i laureati magistrali a ciclo unico del 2013, l’approfondimento fa riferimento ai 275 laureati 2013 delle lauree a ciclo unico di Urbino coinvolti nell’indagine. Si tratta di laureati più favoriti dall’ambiente familiare di provenienza, che li vede uscire nel 47% dei casi da famiglie con almeno un genitore laureato, in gran parte con diploma liceale (52%).

È assidua la frequenza alle lezioni: 38 laureati su cento di Urbino dichiarano di avere frequentato regolarmente più dei tre quarti degli insegnamenti previsti. Il 50% fa esperienza di stage; a livello nazionale è il 41%.

L’esperienza universitaria compiuta con la laurea magistrale a ciclo unico risulta ampiamente apprezzata (sono decisamente soddisfatti 34 laureati su cento, altri 56 esprimono comunque una valutazione positiva). Tanto che 70 laureati su cento la ripeterebbero. Da segnalare che anche al termine degli studi magistrali a ciclo unico rimane elevata la quota di chi intende proseguire la formazione: il 51%. Questo avviene in particolare per effetto dei percorsi formativi obbligati dopo la laurea in Giurisprudenza per l’accesso alle professioni.


   

da Università degli Studi di Urbino "Carlo Bo"
www.uniurb.it





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-06-2014 alle 20:37 sul giornale del 07 giugno 2014 - 484 letture

In questo articolo si parla di attualità, università, urbino, Università degli studi di Urbino Carlo Bo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/5qV





logoEV
logoEV