I bambini contro il bullismo: premiato l’Istituto Comprensivo G. Pascoli di Urbino

6' di lettura 11/06/2014 - Siamo Tutti Capitano è un progetto didattico promosso da Pasta del Capitano, storico marchio della Farmaceutici Dottor Ciccarelli, che per il terzo anno consecutivo si rivolge alle scuole primarie e dell’infanzia sul territorio italiano con la finalità di sviluppare strumenti e competenze per un intervento preventivo del fenomeno del bullismo all’interno del ‘gruppo classe’.

Arrivato con la terza edizione a coinvolgere complessivamente oltre 2.900 scuole con oltre 10.000 kit didattici distribuiti, il progetto continua il percorso di sensibilizzazione dei più piccoli verso la prevenzione dei fenomeni di bullismo invitando i bambini e i docenti a lavorare insieme sul tema proposto disegnando un elaborato collettivo da inviare attraverso il sito www.siamotutticapitano.it .

Il percorso pedagogico del progetto ha come obiettivo quello di insegnare ai bambini a esprimere le proprie emozioni in modo chiaro e assertivo, facendo comprendere loro che il “segreto” è imparare a riconoscere le tante competenze sociali e le abilità di ognuno all’interno dei molteplici rapporti di tutti i giorni. Il metodo con cui riuscire a spiegare queste dinamiche ai bambini delle scuole è il gioco che coinvolge 10 animali-guida, ognuno con caratteristiche positive (assertività) e negative (passività e aggressività), dalle quali scaturiscono relazioni di tipo affettivo o oppositivo. I bambini conoscono gli animali, si identificano, imparano a utilizzare nuovi modi di relazionarsi attraverso attività e giochi di ruolo.

Tra le 161 classi della scuola primaria italiane che hanno partecipato alla libera iniziativa proposta a fine progetto, la 4° sezione unica dell’Istituto Comprensivo G. Pascoli di Urbino si è classificata al secondo posto, ricevendo in premio una postazione informatica e una fornitura di prodotti per l’igiene orale Pasta del Capitano. I piccoli ‘Capitani’ della scuola milanese hanno disegnato la storia di ‘Emozionilandia-la città del sorriso’, in cui i 10 animali protagonisti del racconto vanno a scuola di emozioni.

Il tema proposto da questa edizione si è focalizzato sulla capacità di riconoscere ed esprimere le emozioni attraverso le espressioni del volto, relazionandosi con gli altri perché non ci siano né bulli né vittime; i bambini hanno lavorato interpretando le emozioni espresse dal viso, seguendo i racconti proposti nei kit didattici con la guida del docente.

I 382 elaborati ricevuti tra scuola di infanzia e primaria sono stati esaminati da una giuria qualitativa di esperti che ha selezionato in una prima fase i 10 migliori lavori per ogni ordine di scuole valutandone la creatività , l’impegno e l’aderenza al tema assegnato. Nella rosa dei finalisti la giuria, composta tra gli altri da Monica Pasetti – Amministratore Delegato di Farmaceutici Dottor Ciccarelli - e Nicola Iannaccone1 – psicologo e psicoterapeuta esperto di bullismo e coordinatore scientifico del progetto, ha assegnato i premi finali ai primi tre lavori classificati sia delle scuole dell’infanzia sia della scuola primaria.
Crediamo molto in questo progetto – commenta Monica Pasetti, Amministratore Delegato di Farmaceutici Dottor Ciccarelli – e nei percorsi didattici che sono stati sviluppati con il Professor Iannaccone per lavorare alla prevenzione del bullismo fin dalla scuola dell’infanzia. Le richieste di partecipazione da parte delle scuole e i commenti positivi dei docenti ci spingono ogni anno a proseguire su questa strada, insegnando ai bambini a scoprire il Capitano che c’è in loro, da contrapporre al bullo e ai leader negativi; stiamo infatti mettendo a punto la quarta edizione di Siamo Tutti Capitano, nelle scuole nell’anno scolastico 2014-2015.

APPROFONDIMENTO – IL BULLISMO VA CONTRASTATO DALL’INFANZIA
E’ forte la consapevolezza di quanto il fenomeno del bullismo stia crescendo negli ultimi anni sia come diffusione che come gravità degli episodi ad esso connesso (lo pensa oltre l’80% degli Italiani) e di quanto la scuola sia il luogo per eccellenza del bullismo (89%): questi alcuni dei dati emersi dalla ricerca2 ‘Gli Italiani e il Bullismo’ condotta a inizio progetto da AstraRicerche per sondare conoscenza e sensibilità sul tema. Un fenomeno di cui il 40% degli Italiani dichiara di essere stato vittima durante la propria esperienza scolastica; che mette nel mirino soprattutto individui caratterialmente deboli e che non è esclusivamente legato all’età dell’adolescenza ma che si sta diffondendo anche tra i bambini. Gli Italiani pensano che soprattutto apertura e dialogo siano gli atteggiamenti giusti per affrontare questo problema (92,6%), che si può prevenire secondo un italiano su due proponendo a bambini e ragazzi modelli di comportamento vincenti e positivi ma non aggressivi.

‘Il fenomeno del bullismo – commenta Nicola Iannaccone, psicologo e psicoterapeuta e coordinatore scientifico del progetto Siamo Tutti Capitano – si radica nella costruzione delle relazioni interpersonali, nelle dinamiche di forza e di debolezza tra individui che si sperimentano da piccolissimi e che si consolidano nella crescita. E’ per questo che una efficace strategia di prevenzione del bullismo deve intervenire a monte, nel momento della formazione dell’attitudine stessa ad interagire con gli altri e questo accade quando siamo bambini e cominciamo ad interfacciarci nel gruppo dei pari.

E proprio su questo filone della prevenzione fin da piccoli ha lavorato il progetto ‘Siamo Tutti Capitano’ che, unico tra gli interventi di prevenzione del fenomeno di bullismo, è entrato nelle scuole dell’infanzia e nelle scuole primarie, con strumenti e linguaggi specificatamente studiati per insegnare ai bambini in modo costruttivo come relazionarsi correttamente e sviluppare la capacità di leadership positiva.
Il progetto, sviluppato e coordinato sul territorio da d&f comunicazione, ha previsto un percorso didattico basato sull’individuazione e sull’osservazione delle caratteristiche positive e negative di 10 ‘figure-stimolo’ rappresentate da altrettanti animali, proposti ai bambini attraverso grafiche divertenti e stimolanti.

Attraverso il confronto con il gruppo e le attività proposte – tra cui disegni, esercizi di scrittura ed esercizi creativi o giochi di ruolo - i bambini hanno esplorato le specifiche abilità socio-affettive di ciascun animale applicandole ad episodi quotidiani della propria vita di gruppo, riflettendo sulle proprie capacità relazionali e comprendendo l’importanza del superare gli antagonismi nel rispetto delle attitudini di ognuno. Imparando ad essere, tutti, Capitano. Perchè “Siamo tutti Capitano” quando impariamo a sviluppare le nostre abilità socio-affettive per metterle al servizio di un obiettivo comune.
Hanno aderito al progetto ‘Siamo Tutti Capitano’ dalla sua prima edizione oltre 10.000 classi in 2.900 scuole italiane e, grazie alla Guida dedicata anche ai genitori, sono state coinvolte oltre 260.000 famiglie: un riscontro e un interesse da parte dell’istituzione scolastica che ha confermato l’alto grado di sensibilità nei confronti di una tematica come quella del bullismo, che impegna sempre di più gli educatori in tema di prevenzione.

I kit didattici realizzati per la scuola primaria e quella dell’infanzia sono anche disponibili on-line, sul sito dedicato al progetto www.siamotutticapitano.it , dove è possibile interagire direttamente con Professor Iannaccone, che risponde personalmente a domande e dubbi sul tema del bullismo e della sua prevenzione.


   

dagli Organizzatori







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-06-2014 alle 18:16 sul giornale del 12 giugno 2014 - 849 letture

In questo articolo si parla di attualità

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/5D5





logoEV
logoEV