Violenta rissa in un bar, volano calci e pugni. Arrestati tre giovani

1' di lettura 21/09/2014 - Nella nottata fra il 18 ed il 19 settembre, la polizia di Urbino, coordinata dal Dirigente dr. Simone Pineschi, ha proceduto all’arresto di due cittadini marocchini, entrambi 21enni, uno residente ad Urbino ed uno a Tavullia e di un cittadino italiano, di anni 23, residente ad Urbino, per il reato di rissa aggravata.

In particolare, alle ore alle ore 03.30 del 19 settembre scorso, gli Agenti del Commissariato, impegnati in un servizio straordinario di controllo del territorio, sono intervenuti presso un bar in Corso Garibaldi a Urbino, dove erano stati segnalati schiamazzi e musica ad alto volume. Giunti sul posto i poliziotti hanno identificato tre giovani avventori, un italiano e due marocchini, con evidenti ferite, anche da punta, sulle braccia e sul corpo e con gli indumenti sporchi di sangue.

Dagli accertamenti esperiti nell’immediatezza, è emerso che poco prima all’interno del bar, per futili motivi, era scoppiata una violenta rissa nel corso della quale erano volati pugni e calci ed era stato utilizzato anche un cavatappi a mo’ di punteruolo ed a seguito della quale i tre avevano riportato lesioni sulle braccia e sul corpo, con prognosi variabile da 7 a 10 giorni.

I due stranieri e l’italiano sono stati tratti in arresto e trattenuti in Commissariato. Nel pomeriggio di ieri l’Autorità Giudiziaria ha convalidato l’arresto e disposto la remissione in libertà degli indagati, in attesa del processo.






Questo è un articolo pubblicato il 21-09-2014 alle 00:47 sul giornale del 22 settembre 2014 - 518 letture

In questo articolo si parla di cronaca, pesaro, rossano mazzoli, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/91B





logoEV
logoEV