'Religione e filosofia: scontro o dialogo?' Armando Savignano a Urbino per presentare il suo volume

Università di Urbino 2' di lettura 05/10/2014 - L’Ateneo di Urbino si rivela ancora una volta luogo autorevole di discussione e confronto rispetto alle grandi tematiche della filosofia e del mondo umano, ospitando studiosi importanti che, con i loro libri, accendono il dibattito culturale e innescano un confronto sulle grandi tematiche che riguardano l’uomo.

In questo caso è la volta di Armando Savignano, ordinario di filosofia morale all’Università di Trieste, fra i massimi esperti internazionali della filosofia spagnola, che recentemente ha fatto uscire un libro su «M. De Unamuno: filosofia e religione» (Bompiani 2014, 1489 pagg., euro 35). Si cercherà di affrontare un tema quanto mai attuale e pressante per ogni essere umano: quello tra filosofia e religione, ovvero tra fede e ragione, può essere un dialogo magari acceso ma costruttivo, o è destinato ad alimentare continue polemiche e divisioni nette?

La figura di Miguel De Unamuno, filosofo, letterato e poeta spagnolo a cavallo tra l’Ottocento e il Novecento, si rivela centrale e suggestiva per poter discutere di questi argomenti. Egli, infatti, è stato un filosofo inquieto e tormentato, sospeso tra il desiderio pressante di fede e di speranza in un Dio capace di donare all’uomo l’immortalità, e la razionalità angosciata di chi teme che oltre la morte vi sia soltanto il nulla, un nulla che condanna per sempre l’esistenza umana all’insignificanza e alla fine.

Insomma, la sua è una filosofia che si confronta in maniera aperta ed estrema con quello che San Paolo chiamava l’«ultimo nemico» dell’uomo, ossia la morte. Essa è la fine di tutto o l’apertura verso un’esistenza ulteriore che giustifichi le sofferenze ma anche le passioni della vita dell’uomo sulla terra? Tematiche quanto mai forti e sentite, per le quali l’Università di Urbino Carlo Bo ha impegnato alcuni fra i suoi studiosi più autorevoli in un confronto aperto e dialogante con Armando Savignano. Insieme a lui, infatti, martedì 7 Ottobre alle ore 16 (Aula «P. Salvucci» di Palazzo Albani), discuteranno di tali questioni Piergiorgio Grassi, illustre filosofo e teologo, Domenico Losurdo (Professore emerito di storia della filosofia) e Paolo Ercolani, da anni studioso delle tematiche che chiamano in gioco il rapporto tra ragione e fede.

L’auspicio degli organizzatori, lo stesso Ateneo di Urbino e il Dipartimento di Scienze dell’uomo diretto dalla professoressa Nicola Panichi, è quello di poter coinvolgere questi studiosi e il pubblico di docenti, studenti e cittadini in un confronto interessante e suggestivo, in cui le differenti posizioni possano produrre comunque conoscenza e desiderio di formarsi un’opinione propria.


   

da Università degli Studi di Urbino "Carlo Bo"
www.uniurb.it





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-10-2014 alle 22:30 sul giornale del 06 ottobre 2014 - 425 letture

In questo articolo si parla di cultura, urbino, università di urbino, Università degli studi di Urbino Carlo Bo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/0Dp





logoEV
logoEV