Anche i pensionati della provincia di Pesaro e Urbino manifestano

Bandiera Cgil 1' di lettura 03/11/2014 - Anche i sindacati pensionati Spi Cgil, Fnp Uil e Uilp Uil provinciali aderiscono alle manifestazioni di protesta indette per il 5 ottobre a Roma, Palermo e Milano.

Nonni per il lavoro, ma anche per i diritti di chi ha lavorato una vita e ora fa fatica ad andare avanti. E per far arrivare la voce dei tanti pensionati che vivono in grandi difficoltà, “Non stiamo sereni: i pensionati vogliono risposte": è lo slogan scelto per le tre manifestazioni del 5 novembre.

I contenuti delle richieste sono gli stessi che compaiono nel milione di cartoline inviate al premier, Matteo Renzi.

I punti sui quali i tre sindacati vogliono risposte sono:
• il lavoro dei giovani, lo sviluppo e l’occupazione;
• la tutela del reddito da pensione a partire dall’estensione del bonus di ottanta euro ai pensionati;
• un welfare pubblico e solidale capace di assistere e tutelare le famiglie in difficoltà e curare le persone malate, soprattutto le più fragili;
• una legge sulla non autosufficienza per restituire dignità alle persone inferme e sostegno alle famiglie che devono assisterle;
• una lotta vera ai privilegi, agli sprechi e alla corruzione, settori da cui possono essere tratte risorse importanti da destinare a chi sta male.

"L’Inps ci dice ancora una volta che il 43 per cento dei pensionati vive con meno di mille euro al mese. Ma per il governo evidentemente sono dei fantasmi, visto che fino a oggi non ha fatto ancora nulla per loro".






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-11-2014 alle 18:43 sul giornale del 04 novembre 2014 - 402 letture

In questo articolo si parla di attualità, cgil, cgil pesaro, cgil pesaro e urbino, bandiera cgil


logoEV
logoEV