Le politiche regionali per la valorizzazione del patrimonio culturale marchigiano, workshop a Palazzo Battiferri

Università di Urbino 2' di lettura 09/12/2014 - L’Università degli Studi di Urbino Carlo Bo, in collaborazione con la Regione Marche, organizza un Workshop sul tema: “Il Programma Operativo Regionale (P.O.R.) FESR 2014-2020 a sostegno del patrimonio culturale”.

L’evento, previsto per il giorno 11 dicembre 2014 nell’Aula BLU di Palazzo Battiferri (Via saffi, 42 – Urbino, ore 9.00) affronta il tema della valorizzazione del patrimonio culturale, nell’ambito delle azioni che la Regione Marche sosterrà attraverso l’asse 6 del P.O.R. con l’obiettivo di “conservare, proteggere, promuovere e sviluppare il patrimonio naturale e culturale della regione”.

Di particolare rilevanza appaiono le opportunità che la valorizzazione del patrimonio culturale permette di cogliere ai fini dell’attrattività turistica del territorio. “Il nostro entroterra possiede tantissimi beni culturali non ancora pienamente valorizzati – sostiene il Rettore Vilberto Stocchi – che meritano di essere riscoperti e inseriti negli attuali circuiti turistici. Proprio per questa ragione l’incontro sarà anche un’occasione di confronto con gli enti locali per individuare proposte progettuali e favorire un coordinamento che è sempre più importante per affermare un’identità unica nel panorama della pur ricca offerta di cultura che l’Italia possiede”.

Dopo i saluti del Rettore e del Sindaco di Urbino, il workshop prevede la partecipazione dell’Assessore regionale alle Politiche Comunitarie, Paola Giorgi, e di Funzionari regionali che esporranno i contenuti del POR 2014-2020. Interverranno poi docenti e funzionari dell’Università di Urbino che focalizzeranno l’attenzione sulle biblioteche dell’Ateneo. I testi antichi di grandissimo valore che queste contengono, infatti, rappresentano un esempio di patrimonio culturale da riscoprire.

In relazione ai temi del workshop si parlerà anche della Strategia Nazionale delle Aree Interne, nell’ambito della quale la Regione Marche ha individuato alcune aree pilota, fra cui quella del Basso Appennino Pesarese e Anconetano.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-12-2014 alle 08:03 sul giornale del 10 dicembre 2014 - 350 letture

In questo articolo si parla di attualità, urbino, Università degli studi di Urbino Carlo Bo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/acE2





logoEV
logoEV