La Guardia di Finanza sequestra munizionamento da caccia detenuto illegalmente

1' di lettura 19/03/2015 - Le Fiamme Gialle della Compagnia di Urbino, nell’ambito di un’operazione all’interno di un’abitazione sede di una ditta individuale, hanno rinvenuto in un armadietto metallico un ingente quantitativo di munizioni da caccia.

Le successive verifiche sulla documentazione relativa il porto d’armi ed il relativo munizionamento hanno permesso ai finanzieri di appurare che l’imprenditore appassionato cacciatore deteneva 2.821 cartucce a pallini di vario tipo (calibro 8,12 e 20), eccedenti la dotazione consentita di 1000.

Pertanto l’uomo, che rischia anche la sospensione o la revoca del porto d’armi, è stato denunciato con l’accusa di detenzione abusiva di munizionamento e le numerose cartucce non autorizzate, ovvero quelle eccedenti il limite consentito, sono state sottoposte a sequestro.






Questo è un articolo pubblicato il 19-03-2015 alle 22:34 sul giornale del 20 marzo 2015 - 438 letture

In questo articolo si parla di cronaca, guardia di finanza, Sudani Alice Scarpini, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/agZK





logoEV
logoEV