Seconda giornata del Festival del Giornalismo Culturale al Teatro Sanzio

2' di lettura 23/04/2015 - Carta stampata e web sono i primi due media con cui si aprono le sessioni di dibattiti e discussioni della terza edizione del Festival del Giornalismo Culturale. Cosa sta accadendo alle gloriose pagine culturali italiane? Da questa domanda prenderà spunto la sessione mattutina dedicata alla carta stampata. L’appuntamento è per le 09.30, nella splendida cornice del Teatro Raffaello Sanzio di Urbino.

A seguire Annalena Benini (Il Foglio), Emanuele Bevilacqua (Pagina99), Simonetta Fiori (La Repubblica), Luigi Mascheroni (Il Giornale), Armando Massarenti (Il Sole 24 Ore), Luca Mastrantonio (Corriere della Sera), Massimiliano Panarari (La Stampa), Leonardo Romei (ISIA Urbino), Farian Sabahi (scrittrice e giornalista free lance, specialista in Medio Oriente) e Federico Sarica (Rivista Studio), saranno i protagonisti della tavola rotonda in cui si cercherà di capire come sono cambiati gli assetti secolari che hanno caratterizzato per molto tempo il mondo dei giornali e delle riviste cartacee.
La mattina si concluderà con la premiazione dei vincitori del concorso del Festival: Con la cultura si mangia?
La giuria, presieduta da Piero Dorfles, premierà, per il bando rivolto agli studenti delle scuole superiori della Regione Marche, Leonardo Mensitieri e Gledis Bllano, in rappresentanza delle classi del corso di giornalismo e fotografia del Liceo scientifico musicale “Guglielmo Marconi” di Pesaro. Martina Russo, giornalista pubblicista dell’Ordine della Regione Liguria, verrà invece premiata per il bando rivolto ai giornalisti under 35 iscritti all’Ordine.

Alle 15.30, sempre nel Teatro Raffaello Sanzio di Urbino, inizierà la seconda sessione di discussione incentrata sul web, scena principale della rivoluzione che stiamo vivendo.

Martin Angioni (scrittore e pubblicista), Nello Avellani (News Town), Luca De Biase (Il Sole 24 Ore), Paolo di Paolo (scrittore), Carlo Freccero (scrittore e autore televisivo), Fabio Giglietto (Università di Urbino Carlo Bo), Beniamino Pagliaro (Good Morning Italia, La Stampa), Christian Raimo (scrittore), Cristiana Raffa (giornalista) e Mario Tedeschini Lalli (L’Espresso), ci spiegheranno come comprendere i cambiamenti in atto nel mondo dell’online.

I panel di discussione saranno introdotti da giovani ricercatori dell’Università di Urbino Carlo Bo: Giulia Cecchelin e Valentina Ruggiu.

La giornata si concluderà alle 18.15, con la presentazione del libro di Luca Mastrantonio Pazzesco Dizionario ragionato dell’italiano esagerato (Marsilio 2015).

Nel foyer del teatro sarà visibile l’installazione dell’artista Federico Ambrosio a cura di Umberto Palestini (Accademia di Belle Arti di Urbino).

Sabato 25 nel Teatro della Fortuna di Fano, si parlerà di radio e televisione, ma anche di cinema. Domenica 26, nella Mediateca Montanari, sempre a Fano, si parlerà invece di promozione culturale.

Il programma completo e aggiornato della manifestazione è consultabile su: www.festivalgiornalismoculturale.it
La pagina Facebook ufficiale del Festival è: festivalgiornalismoculturale
Twitter: @fgcurbino #fgc2015.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-04-2015 alle 15:31 sul giornale del 24 aprile 2015 - 410 letture

In questo articolo si parla di cultura, Università degli studi di Urbino "Carlo Bo", festival del giornalismo culturale

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aiut





logoEV
logoEV