Dall'Università di Urbino nasce una nuova figura professionale: Il Narratore del Gusto

Università di Urbino 4' di lettura 04/05/2015 - “Nasce per la prima volta al mondo la figura del Narratore del gusto e della cultura, Comunicatore del Benessere e Selezionatore delle Tipicità Italiane. Verrà illustrata ad EXPO 2015. Questa figura dovrà valorizzare le 5 T: Tradizione, Tipicità, Territorio, Trasparenza, Tracciabilità. Ottime le prospettive occupazionali ed abbiamo creato una rete con imprese ed enti del settore agroalimentare ed enogastronomico”

Lo ha annunciato Rodolfo Coccioni, del Dipartimento di Scienze della Terra, della Vita, dell’Università di Urbino dove si svolgerà il Corso di Alta Formazione che darà vita a questa nuova figura professionale). Il Corso che partirà a breve mette in rete Enti , le più importanti imprese dell’agroalimentare ed uno staff di alto profilo internazionale. “Il nostro Paese è ricco di prodotti agroalimentari ed enogastronomici di alta qualità - ha proseguito Rodolfo Coccioni, direttore del Corso - che sono indissolubilmente legati alla Terra. Nella vita di tutti i giorni, dunque, ognuno di noi ha la sua buona dose di Geologia!
A causa di questo significativo legame con la Terra, i prodotti agroalimentari ed enogastronomici di alta qualità sono un'eccezionale via d'accesso alle conoscenze tecnico-scientifiche ed economico-sociali che sono alla base di un'equilibrata gestione e valorizzazione del territorio. Il racconto, quindi, come elemento fondamentale, innovativo e promozionale. I nostri prodotti “buoni” meritano di essere raccontati bene.

Il racconto , quindi, come elemento fondamentale, innovativo e promozionale attraverso parole che suscitino emozioni e rivelino la passione che l'artigiano del gusto ha cercato di mettere nel suo prodotto. Parlare dell'anima e del cuore del prodotto “buono” per far parlare la mente e il cuore prima che arrivi al palato . Dobbiamo saper narrare il prodotto con la sua storia, la sua cultura e la bellezza del luogo nel quale nasce. Il Selezionatore delle Tipicità italiane, questa è la nuova figura professionale che andremo a presentare ad EXPO 2015 , si dedicherà alla selezione della qualità, dell'unicità e dell'autenticità delle produzioni italiane , studiando l'anatomia e la fisiologia degli organi di senso, le tecniche e gli strumenti di analisi sensoriale, la revisione della mappatura dei gusti sulla lingua, la percezione dei profumi, l'influenza delle nuove conoscenze dei bicchieri da degustazione, l'interazione tra gli organi di senso e il concetto di percezione polisensoriale, la sinestesia, i prodotti DOP e IGP dichiarati in Italia, le certificazioni biologiche e biodinamiche, la qualità dei prodotti agroalimentari anche alla luce dei cambiamenti climatici in atto, le etichette alimentari e il sapore, l'analisi sensoriale del vino, del miele, dell'olio e del formaggio” .

Ottime opportunità occupazionali
“Il settore agroalimentare italiano è in crescita . Abbiamo fatto rete con Enti ed Imprese. I Narratori del Gusto e della Cultura – ha continuato Coccioni - i Comunicatori del Benessere e i Selezionatori delle Tipicità italiane tali figure potranno avere ampie possibilità professionali nel settore attualmente più dinamico nel nostro Paese, con sbocchi nell'agroalimentare ma anche nel settore del turismo enogastronomico, della comunicazione del paniere delle produzioni e della ristorazione e dell'hotellerie, rappresentando la chiave per dare senso alle aspettative occupazionali di tanti giovani ma anche al futuro di tutti noi. Tutti coloro i quali hanno i requisiti per iscriversi al Master che si svolgerà ad Urbino pur risiedendo lontano dalla sede , potranno avvalersi di metodologie formative ed essere costantemente seguiti dai coordinatori del corso , anche a distanza”.

Una figura professionale unica al mondo
“Per la prima volta andiamo a formare una nuova figura professionale - ha concluso Coccioni - che quasi sicuramente potrà essere esportata anche all’estero . Nascerà un “comunicatore di benessere” attraverso lezioni teoriche e pratiche , visite guidate relative alla conoscenza diretta dei diversi terreni , dei vari terroir e dei vari oli extravergini di oliva, all'analisi sensoriale dei prodotti, allo studio della fisiologia del gusto e del quinto gusto, al biologico e al biodinamico, ai cibi del domani, alle cene “guidate” e allo stretto legame tra produttori, prodotti e il territorio che li esprime. Ad EXPO 2015 illustreremo le 5 T : Tradizione, Tipicità, Trasparenza, Tracciabilità, Territorio, pensando ad un tavolo delle delizie.

Questa nuova figura professionale , raccontando la storia dell'agricoltura di un territorio farà comprendere la complessità organizzativa della struttura agraria fondata sulla mezzadria, con la ricchezza delle dimore rurali. Nel presentare le città farà scoprire i punti forti del genius loci, così come la struttura del tessuto urbano, dalle mura alle piazze, dai punti panoramici ai luoghi del lavoro e dell'artigianato artistico”. Il Corso sarà tenuto da docenti di chiara fama : Rodolfo Coccioni, Giuseppe Cristini, Marco Menichetti , Claudio Modesti, Olivia Nesci, Stefano Sandrucci, Francesco Veneri, Gianni Volpe, tutti di alto profilo nei settori agroalimentare , econogastronomico , sensoriale e culturale.

Info : altaformazione@uniurb.it


   

da Università degli Studi di Urbino "Carlo Bo"
www.uniurb.it





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-05-2015 alle 00:03 sul giornale del 04 maggio 2015 - 481 letture

In questo articolo si parla di lavoro, università di urbino, expo 2015, alta formazione, narratore del gusto

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/aiTI





logoEV
logoEV