Parte da Urbino il progetto "Diversamente Social"

diversamente social 2' di lettura 06/05/2015 - Il piacere di incontrarsi, conoscersi, guardare insieme dei cortometraggi e poi parlare, discutere, proporre le proprie idee e ascoltarne di nuove: ecco cosa vuol dire, soprattutto per i giovani, essere “diversamente social” nell'epoca social per eccellenza.

Diversamente Social è un progetto promosso come capofila dall’Unione Montana Alta Valle del Metauro che rivede l'idea di “social” e la ripropone ai giovani dai 16 e i 35 anni attraverso il linguaggio del film. Tra giovani di comuni vicini ci si può incontrare, socializzare e discutere partendo dai temi proposti dalla visione di alcuni cortometraggi d'autore.

Il progetto, coinvolge otto comuni dell'Alta Valle del sul Metauro: Borgopace, Fermignano, Mercatello sul Metauro, Peglio, Piobbico, Sant'Angelo in Vado, Urbania e Urbino e quattro tra Enti, Istituti scolastici, Università, imprese ed associazioni del territorio: l’ Accademia delle belle arti “di Urbino, l’Istituto statale scolastico d’arte “Scuola del Libro” di Urbino, l’associazione FOTOVIDEOCINECLUB di Fano, l’associazione STUDIOMOVIMENTODANZA di Urbino, il Cinema Nuova Luce di Urbino, l’emittente Tele2000.

Per otto serate, una in ogni comune partecipante, i giovani saranno i veri protagonisti e proporranno degli eventi che si rifanno alla pratica del cineforum: prima la visione di una serie di cortometraggi e poi una discussione tra giovani del territorio su delle tematiche più che mai attuali. Gli otto temi di dibattito saranno: i pregiudizi, l’amore, le relazioni, il ciclo della vita, i figli, la società, la solitudine, la violenza. Ad arricchire al discussione e a portare un punto di vista diverso nel dibattito saranno degli ospiti scelti tra giovani artisti e attori, direttori artistici o docenti presso l’Istituto Statale d’Arte e l’Università di Urbino.

"L'idea è nata dalla passione di un giovane dei nostri comuni per il cinema - spiega il presidente dell'Unione dei Comuni Romina Pierantoni - e vuole unire i giovani tramite uno strumento poco utilizzato come il cinema. Unendo la forza dei giovani e del Gal Montefeltro Sviluppo abbiamo ottenuto questo progetto da oggi al via. Non abbiamo grandi finanziamenti ma la nostra ricchezza sarà nel confrontarsi, mettere insieme le forze e dare libertà e responsabilità ai giovani".

Per i partecipanti un'altra ghiotta possibilità: nel corso della ventisettesima edizione del Fano International Film Festival verrà creata un'apposita sezione dal titolo "Diversamente Filmati", aperta solo ad autori di età compresa tra i 16 ed i 35 anni residenti nel territorio interessato dal progetto, che potranno candidare le loro opere sviluppate su uno degli otto temi proposti durante le serate di cineforum.

Tutte le informazioni, gli aggiornamenti e le attività dei giovani per la realizzazione della serata verranno pubblicati sulla Pagina Facebook dedicata al progetto.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-05-2015 alle 18:55 sul giornale del 07 maggio 2015 - 527 letture

In questo articolo si parla di cinema, spettacoli, cineforum, comunità montana alto medio metauro

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/ai3Y





logoEV
logoEV