Un opuscolo per acquistare abbigliamento in sicurezza

camera di commercio 2' di lettura 02/07/2015 - Presentiamo oggi, presso la sede camerale ancora una iniziativa che testimonia la collaborazione fra il mondo produttivo e quello del consumo.

Il Segretario Generale Fabrizio Schiavoni sottolinea la lunga serie di proficue collaborazioni con i Consumatori sulle questioni più critiche, a vantaggio anche della parte sana dell’economia produttiva e della distribuzione, che in periodi di crisi soffre ancora di più la concorrenza sleale dei circuiti non rispettosi delle regole.

E’ per ciò che si sono realizzate in passato iniziative di sensibilizzazione sulle truffe più frequenti, i pericoli telematici, il credito e la gestione del bilancio familiare, i consumi alimentari, la loro etichettatura, e la contraffazione. Questa volta la Camera è lieta di sostenere la realizzazione di un opuscoletto illustrato di contenuto chiaro e diretto, rivolto a tutte le fasce di consumatori, che invita a riflettere sulle implicazioni cui spesso non pensa chi si accinge all’acquisto di un capo d’abbigliamento. Il lavoro, aperto da una breve introduzione del Presidente camerale Alberto Drudi, al quale non è stato possibile essere presente oggi per impegni fuori città, viene illustrato da Paola Landini Venturi, responsabile di Federconsumatori per la provincia di Pesaro e Urbino, e curatrice della pubblicazione, che verrà distribuita oltre che presso le associazioni dei consumatori del territorio, presso gli sportelli camerali, e, se saranno interessate le associazioni di categoria della distribuzione, anche presso gli esercizi commerciali aderenti.

Il rappresentante provinciale di ADOC, Luciano Zucca, sottolinea gli elementi che il consumatore deve considerare, per poter assumere tutte le informazioni utili sul capo di abbigliamento che acquista. Testimonia la collaborazione con la Camera anche Claudio Blasi, responsabile di Adiconsum nel nostro territorio, e rappresentante delle associazioni dei consumatori in seno al Consiglio Camerale. Oltre al rispetto delle regole a beneficio della parte sana e onesta del mondo manifatturiero e commerciale, oltre alla salvaguardia dei diritti dei lavoratori coinvolti e di coloro che risiedono nelle vicinanze degli stabilimenti produttivi, occorre evidenziare come sia in gioco anche direttamente la salute di tutti i consumatori che indosseranno gli abiti acquistati, e che sono quindi invitati a leggere attentamente le etichette, importantissime non solo per i prodotti che mangiamo o beviamo, ma anche per i prodotti con cui viene in contatto la nostra pelle.


da Camera di Commercio delle Marche
 





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-07-2015 alle 15:20 sul giornale del 03 luglio 2015 - 559 letture

In questo articolo si parla di economia, pesaro e urbino, camera di commercio di pesaro e urbino, camera di commercio pesaro urbino

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/alpG





logoEV
logoEV