Il trionfo nella Volley TIM Cup raccontato dall'allenatore di Urbino Roberto Leuzzi

Volley, l’Oratorio San Crescentino di Urbino vince la Volley TIM Cup 4' di lettura 28/03/2016 - "Intanto grazie al CSI che ci ha permesso di vivere questa 3 giorni da sogno, solo chi pratica sport e lavora tutti i giorni in palestra con le ragazzine sa quante difficoltà e quanto sono complesse le dinamiche che poi portano al raggiungimento di un obiettivo."

"Parto dal venerdi, già dalla partenza euforia grandissima, il pullman ci porta a Ravenna al Pala De Andrè che per chi come me ha quasi 40 anni vuol dire il tempio della pallavolo italiana, Teodora al femminile e Messaggero al maschile, ancora ricordo il sestetto che mi teneva incollato allo schermo, Vullo Timmons Kiraly Margutti Masciarelli Gardini, all'epoca era una pallavolo diversa, il pallone era tutto bianco come quello dei cartoni animati, il libero non esisteva, la ricezione era solo in bagher si giocavano set ai 15 con il cambio palla ecc......

Arriviamo nella sala riunioni del palazzetto e viene presentata la 3 giorni e presentata la coppa che scopriamo essere la stessa coppa messa in palio nelle finali di coppa italia di A1 ed A2 quella che giocheranno le nostre beniamine!!!!!! Le ragazze sono gasatissime, andiamo in albergo e sembra un ritiro prepartita come le squadre professionistiche ma non mancano aggregazione e socializzazione con le altre 12 squadre finaliste, rappresentano praticamente tutta l'Italia isole comprese ed è bellissimo trovarsi tutti li a vivere un sogno.

Sabato mattina iniziano le gare nel girone abbiamo Lombardia e Toscana, tutte squadre fisicamente forti, ragazze molto alte ma in tutte e due le partite prevale la voglia di vincere, lo spirito di gruppo che premia le nostre che escono dal girone con due secchi 2 a 0.

Sabato pomeriggio le prime classificate dei 4 gironi Marche, Campania, Lazio e Calabria si giocano l'accesso alla finalissima e le perdenti giocano la finalina. Urbino scende in campo concentratissima e non permette mai a alla squadra laziale di entrare in partita se non all'ultimo, alla fine del secondo set quando quasi si complica le cose da sola ma il set finisce 16 a 14 e la partita termina 2 set a 0 per la squadra marchigiana. Nell'altra semifinale le Campane hanno la meglio sulle calabresi per 2 set a 0.

Arriva domenica e le due squadre arrivate in finale giocano al pala de Andrè, sul taraflex rosa e viola dove sabato si sono disputate le semifinali di A1 e domenica dopo di noi si disputera la finalissima, solo entrare in quel palazzetto fa venire i brividi a me che ho 38 anni figuriamoci a ragazze di 15... Nel riscaldamento le campane di Cava dei Tirreni hanno impressionato le Urbinati ma la partita si sa è un altra cosa......... inizia il primo set e si gioca punto a punto fino al 10 pari, poi scatto della squadra avversaria che si porta sul 11 a 14. Urbino però non ci sta e vuole vendere cara la pelle e con lucidità e molta concentrazione riesce clamorosamente a ribaltare il punteggio portandosi addirittura sul 15 a 14 e a giocarsi la palla del set. Ma come a volte succede passata la paura cala la concentrazione e due distrazioni permettono alla squadra di Cava dei Tirreni di aggiudicarsi il primo set per 17 a 15. Il secondo set poteva essere una cavalcata della campania visto che le piccole marchigiane potevano accusare la delusione per l'andamento del primo, invece con una reazione di orgoglio tutta cuore e "tigna" mettono sul campo una prestazione maiuscola, con turni in battuta efficaci che non permettono alle avversarie di esprimere il loro gioco e una correlazione muro difesa che neutralizza i loro attacchi. il set si chiude sul 15 a 11 e si va al terzo.Il terzo è l'emblema della perfezione per Urbino che parte con un parziale di 5 a 0 facendo capire a tutti quali sono le intenzioni e riuscendo a ribattere ogni tentativo delle avversarie di ritornare in gara, finisce con il punteggio di 15 a 7 nel tripudio del palazzetto e dei sostenitori che avevano incitato sempre con la massima sportività le loro beniamine e che a fine partita hanno omaggiato di applausi anche le avversarie con le quali si è dato vita ad una finale entusiasmante!!!!!"






Questo è un articolo pubblicato il 28-03-2016 alle 18:08 sul giornale del 29 marzo 2016 - 1594 letture

In questo articolo si parla di urbino, sport, volley, vivere urbino, articolo, volley tim cup, oratorio san crescentino

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/avhF





logoEV
logoEV