Gruppo Consiliare PD, "Quando Gambini è in difficoltà la butta in cagnara”

maurizio gambini sindaco di urbino 2' di lettura 11/08/2018 - Aveva ragione il Sindaco Seri: quando è in difficoltà Gambini la “butta in cagnara”. Alle legittime analisi politiche e critiche dell’opposizione sulla nomina di Cancellieri, Gambini, anziché limitarsi a spiegare con pacatezza le motivazione della sua scelta, ha reagito ancora un volta con rabbia.

Ha aggredito tutti rivangando il passato alla ricerca delle colpe di chi lo aveva preceduto in comune ed in Urbino Servizi (sono passati 51 mesi, ora basta!); ha accusato gli ex-alleati ed oggi oppositori (Urbino al Centro) di “poltronismo”, nella speranza di una loro reazione scomposta. Ha provocazioni in serbo per tutti! È il solito atteggiamento di chi vuole la rissa generalizzata per poter distrarre gli astanti e scappare alla chetichella dalle proprie responsabilità. Noi non abboccheremo a quell’amo. Non intendiamo gettarci in una campagna elettorale di fango dalla quale uscirebbe infangata solo la città. Una città che non merita questi stratagemmi, ma che ha bisogno disperato di rimettersi in cammino.

Farebbe bene il Sindaco a preoccuparsi di spiegare agli urbinati cosa è veramente successo in Urbino Servizi. Farebbe bene a spiegare come intende completare il suo programma con soli sei mesi residui, e magari rispondere ad alcune domande. Qualche esempio? Perchè questa estate Urbino ha avuto un drammatico calo di turisti? Quante nuove occasioni di lavoro si sono create con il suo governo (a parte il suo costoso staff)? E quante attività commerciali si sono perdute in quattro anni? Quanto la manutenzione del capoluogo (basta fare un giretto per accorgersi che tutti questi miracoli alla fine non si vedono) è realmente migliorata? Quale è stato il contributo del suo governo al miglioramento della Sanità urbinate, fatta la tara agli incatenamenti e ai cortei megafono alla mano? Quanto sono attratti gli studenti e i giovani dal vivere e frequentare una città che li ha marginalizzati, anziché valorizzarli? Quanti abitanti perderemo nell’immediato futuro, lui che per primo ci ha portato sotto i 15000 abitanti? Che rapporto ha costruito con i cittadini, che non sono nemmeno stati avvisati per tempo della trappola, scritta nero su bianco nell’ordinanza che lui stesso ha firmato, dei permessi d’accesso in centro? Che cosa risponde a quei cittadini che hanno pagato o pagheranno migliaia di euro di multe per una sua “leggerezza”?

Come si può ben vedere di argomenti di discussione e di confronto/scontro ce ne sono tanti ed anche urgenti. Non la butti in cagnara Sindaco nella speranza di eludere questi interrogativi. La città è più attenta di quanto possa sembrare.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-08-2018 alle 00:00 sul giornale del 11 agosto 2018 - 504 letture

In questo articolo si parla di attualità, urbino, politica, Maurizio gambini, partito democratico urbino, sindaco di urbino, gruppo consiliare del partito democratico di urbino

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aXsr





logoEV