Il medico della mutua, taumaturgo della malata Urbino Servizi

giorgio cancellieri 2' di lettura 13/08/2018 - Gambini ha scelto un Medico della Mutua per guarire la malata Urbino Servizi. Doveroso quanto ovvio, per Lui. Ed in questa scelta, hanno deciso in maniera determinante secondo Gambini, le “qualità umane e relazionali”, straordinarie, fuori dal comune, del Medico.

Tradotto, “eccelsi valori spirituali oltre ad una spiccata attitudine da confessionale”, in termini di ascolto. Un beato tra gli umani. Collocato santamente, in quel mondo della Lega, che ammicca al sovranista Orban , alla razzista Le Pen, non disdegnando i consensi di Casa Pound.

Con questo Medico della Mutua, il Cimitero, la Farmacia, i Parcheggi, la Piscina, gli Ausiliari, la Fortezza Albornoz, il Palazzetto dello Sport, i Nidi di infanzia e le Scuole comunali, gli Eventi, tutti insieme, coralmente, spanderanno intorno un rinnovato odore di confetto. Gli alberi coleranno miele, mentre le mura della città si gonfieranno. Perché il Medico della Mutua finalmente, non sperpererà più il suo tempo prezioso, unicamente per vergare stupide ricette. Prescrivere stupide analisi. Auscultare impazienti stupidi pazienti. Ma diventerà, mutuante verso i mutuatari cittadini, garante della guarigione della malata Urbino Servizi. Un taumaturgo. Che impiegherà terapie abituali, fatte di traiettorie diverse ed impervie, narrate dalla sua graziosa sagoma di Leghista della prima ora: ebbro di Secessione all’inizio, poi della Devoluzione e Decentramento ed in seguito Cantore del “refrain”, Roma ladrona, mentre sparivano 49 milioni.

Gambini gongola per la scelta. In lui per certo, non abita il senso della tragedia. La sua. Per le sue scelte. Tutte sbagliate e scorrette. Inopportune ed inadeguate. Fuori luogo e sconvenienti. Dettate sempre da volgare opportunismo. Stavolta, a sfondo elettorale. Piuttosto vive In Lui, intero, perché si autofeconda, il tradimento. Ossia, quel crimine di infedeltà e slealtà nei confronti di ogni valore ed ideale, che l’hanno tradotto dall’essere Comunista fino ad approdare alla destra estrema, per puro tornaconto personale. Un viaggio disgustoso ed immorale. Nauseante , stomachevole e rivoltante.

Quanto a Lei Dottore, lasci stare. Torni alle sue ricette cercando di trovare ancora spunti di interesse, nella medicina. E se dovesse avanzarle del tempo, lo occupi a riflettere sulle sue scelte politiche, trascorse e future, perché mi sembra, sempre segnate anche per lei, da un opportunismo di giornata, piuttosto che da una visione ideologica ed intellettuale. E stia lontano da Urbino. Così da non prestarsi come busto, per la fossa comune della Giunta, dell’ormai esecutore testamentario Gambini.


   

di Bruno Malerba





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-08-2018 alle 00:00 sul giornale del 13 agosto 2018 - 1363 letture

In questo articolo si parla di politica, giorgio cancellieri, urbino servizi, Maurizio gambini, bruno malerba

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/aXun





logoEV
logoEV