Un successo la presentazione del saggio di Danilo Carboni all'Istituto E. Cappellini di Urbino

Domani all'Istituto "E. Cappellini” la presentazione il libro di Danilo Carboni "Controstorie dall’Occidente" 2' di lettura 22/09/2018 - Martedì 18 settembre l’Istituto “Cappellini”, nella sede di via Oddi, ha presentato il saggio di Danilo Carboni Controstorie dall’Occidente. Lotta, amore, resistenza nell’epoca globale, alla presenza di un folto pubblico costituito da numerosi giovani.

Dopo i saluti del Presidente dell’Istituto, Ermanno Torrico, Emiliano Alessandroni, dottore di ricerca, studioso di filosofia politica e di letterature comparate, ha dialogato con l’autore mettendo in evidenza i punti di maggior interesse del lavoro di Carboni e quelli sulla profondità analitica delle contraddizioni della globalizzazione descritte dall’autore. Per i suoi rilievi teorici Alessandroni ha richiamato la “tecnica del riflettore” di Eric Auerbach per cui all’apparente verità di un fatto si sottrae il rapporto fra le singole parti che la compongono. In sostanza i conflitti tra le classi vanno interpretati nella loro complessità storica e sociale e in base a una gerarchia delle contraddizioni definita dall’analisi politica. Alessandroni ha fornito alcuni esempi della inversione della narrazione colonialista e dell’autocritica dell’Occidente al di là del conflitto semplificatorio tra gli “spietati” e gli “indifesi”.

Carboni concordando con l’analisi teorica di Alessandroni, ha spiegato che il suo lavoro nasce dalle esperienze di un viaggio durato diversi anni, e mai interrotto, per riflettere sulle conseguenze devastanti provocate dalla globalizzazione economico-finanziaria con le modalità di un neocolonialismo brutale che ha reso ancora più poveri numerosi paesi, dai Balcani al Medio Oriente, all’Africa bianca e all’America latina. Particolarmente si è soffermato sul Brasile e la Bolivia dove ha soggiornato a lungo, senza dimenticare l’Occidente industrializzato in cui la globalizzazione ha comportato la perdita di diritti e la precarizzazione del lavoro.

È seguito un dibattito molto partecipato con interventi del pubblico che ha posto domande soprattutto sulla situazione in Siria, sul problema ambientale di Taranto dovuto alla presenza dell’Ilva e sulle prossime elezioni in Brasile. L’appello è stato quello contenuto nel titolo del libro: la necessità e l’urgenza di opporsi al “pensiero unico” e alla manipolazione dell’informazione.

In conclusione del dibattito, il presidente del “Cappellini” ha dichiarato che a questa iniziativa, la prima dopo la pausa estiva, ne seguiranno altre. Il prossimo mese, a breve sarà possibile comunicare la data, si terrà un conferenza-dibattito sulla guerra civile spagnola (1936-39) e la partecipazione degli antifascisti italiani, con riferimento anche agli urbinati.


   

da Istituto "E. Cappellini" Urbino
Istituto per la Storia del Movimento di Liberazione





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-09-2018 alle 00:00 sul giornale del 22 settembre 2018 - 642 letture

In questo articolo si parla di cultura, attualità, urbino, presentazione libro, istituto per la storia del movimento di liberazione, istituto e. cappellini, danilo carboni, controstorie dall'occidente

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/aYCX





logoEV
logoEV