In ricordo di don Ezio Feduzi, parroco di Trasanni

don ezio feduzi 1' di lettura 29/10/2018 - Costernazione e grande rimpianto per questa improvvisa scomparsa, ricordo con ammirazione il caro e stimato Don Ezio sia come sacerdote sia come uomo.

Persona aperta, geniale, apprezzato e stimato, ha dimostrato sempre la massima disponibilità con tutti e lascerà un grande vuoto nella comunità trasannese, tra i tanti artisti amici che hanno avuto l’onore di conoscerlo.

Ho avuto l’onore in tanti anni d’incontrarlo molte volte a Trasanni e di scambiarci telefonate in particolar modo da quando, stimolato in “primis” da me, abbiamo iniziato a fare i primi passi verso la raccolta di opere contemporanee per la nascita della Galleria d’Arte Contemporanea di cui entrambi siamo stati i fondatori.

Mi sento di essergli altamente riconoscente per quello che ha costruito a Trasanni, sia per la Galleria d’Arte Contemporanea e sia per la Fondazione “Il Pellicano”, e mi auspico con tutto il cuore che questo patrimonio possa rimanere a Trasanni e alla sua comunità dove tutti potranno apprezzarlo.

Questo è il più grande ringraziamento per chi, come Don Ezio con profonda dedizione e amore gli ha dedicato una parte della sua vita.






Questo è un articolo pubblicato il 29-10-2018 alle 00:00 sul giornale del 29 ottobre 2018 - 4283 letture

In questo articolo si parla di attualità, urbino, carlo iacomucci, articolo, trasanni, don ezio feduzi, in ricordo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/aZRb