Cena e raccolta solidale, la Lega di Urbino risponde alle critiche: "Riflessione, non propaganda"

Cena di solidarietà per la Cooperativa Sociale Francesca, una serata indimenticabile 2' di lettura 20/12/2018 - A quasi tre settimane dalla cena solidale e dalla raccolta del materiale scolastico organizzato dalla Lega Urbino, il PD locale, la Sinistra per Urbino e LeU tornano a far polemica affermando nuovamente che noi eravamo lì per fare propaganda e non beneficenza.

Per costoro questa breve riflessione: “Ogni momento è un momento di transizione; permanere in comportamenti settoriali porta al fraintendimento di tutto e su tutto.

La polemica fine a se stessa non è costruttiva, ma volutamente orientata alla coercizione di opinioni a sfavore di pensieri più espansivi.

Parlare di strumentalizzazione della beneficienza solo perché l’iniziativa è nata da un movimento politico è restrittivo, mentre invece prendere atto che, se pur mai è stato improntato un tale evento, in primis non è anticostituzionale, come non lo è la raccolta di materiale scolastico prescindendo, tra l’altro, dal punto di raccolta.

L’iniziativa è dunque solo un cambiamento di atteggiamento attraverso una comunicazione sulla base di azioni verificabili pubbliche rivolte alla realtà locale così come, ovviamente su larga scale ed a più ampio raggio è quella del movimento nazionale della Lega. Progetti e piccole iniziative non sono altro che pensieri oggettivati in contesti NON sui quali si vuol operare, ma CON i quali si vuol operare.

Questo è un capitolo che dovrebbe appartenere a tutti, come tutti in momenti di forte cambiamento sociale, politico, culturale, etnico, dovrebbero trattenersi, o meglio ancora, eliminare dal proprio frasario termini ormai obsoleti quali propaganda, razzismo e altri epiteti di cui invece, alcuni si servono ripetutamente in ogni situazione e attraverso i quali vogliono, intenzionalmente, ricondurre i più disattenti ad una memoria storica che non ha ragione d’essere nell’attuale cambiamento sociale.

La riflessione che precede l’espressione verbale è senz’altro base di serietà nelle relazioni fra uomini, nel rispetto dell’ideologia e del pensiero di gruppo e/o individuale qualsiasi status quo rivesti l’individuo (oppure: l’uso ricorrente quasi isterico di taluni termini con cui si pasciano alcuni che sia l’espressione del loro proprio sentire che invece affibbiano ad altri?).

Termini, frasi e concetti sopra detti, sono ormai luoghi comuni; sono argini a pensieri rivolti, invece, ad una espansione coscienziale che attraverso un progetto o una piccola iniziativa vede il raggiungimento del fine auspicato.

NON per alcuni, ma in collaborazione CON alcuni.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-12-2018 alle 20:46 sul giornale del 20 dicembre 2018 - 658 letture

In questo articolo si parla di attualità, urbino, politica, lega, raccolta solidale, partito democratico urbino, sinistra per urbino, cena solidale, lega urbino

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/a2H8





logoEV
logoEV