Nuova piazzola-parcheggio a Schieti, Legambiente Urbino a difesa degli alberi e del verde

taglio alberi 1' di lettura 25/02/2019 - Abbiamo appreso dai giornali della trasformazione di un’area verde in quel di Schieti in una piazzola-parcheggio.

La cosa certamente non può far piacere a Legambiente e a tutti gli ambientalisti. Si continua con la politica del taglio degli alberi e della cementificazione, mentre diversi comuni, anche nella nostra Regione stanno sottoscrivendo il patto zero consumo di suolo. Inoltre, a nostro parere ci sembra - visto il traffico minimale a Schieti - non indispensabile questa riduzione del verde, tra l’altro sotto l’ombra di folte chiome di imponenti alberi decennali. Ci fa piacere leggere che dei cittadini abbiano espresso preoccupazione e si siano schierati a difesa del verde e degli alberi.

Un “Bravi” a coloro che hanno il coraggio di esprimere e difendere le proprie idee a favore dell’ambiente, diversamente da tanti che preferiscono il partito delle ruspe o abbassare la testa per accettare supini ogni cosa per quieto vivere. Si continuano a tagliare alberi e spariscono zone verdi quando sappiamo che l’albero è fonte della nostra esistenza: non a caso l’albero è il simbolo della vita. Legambiente non può che essere dalla parte di tutti quanti ci segnalano, protestando, continui tagli degli alberi.

No, Legambiente non può condividere la politica dei tagli indiscriminati senza piantumare dei nuovi alberi.

Quando un albero va tagliato perché malato o perché costituisce un pericolo, va sostituito con un altro, invece di lasciare i perenni segni degradanti di una radicale amputazione.


   

da Legambiente
Circolo "Le Cesane" Urbino





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-02-2019 alle 07:00 sul giornale del 25 febbraio 2019 - 665 letture

In questo articolo si parla di legambiente, parcheggio, Schieti, Circolo Legambiente "Le Cesane" di Urbino, schieti di urbino

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/a4Bx





logoEV
logoEV