Aufreiter lascia Urbino, Londei: "Felice per lui e preoccupato per la città, vittima del proprio provincialismo"

aufreiter londei 1' di lettura 25/06/2019 - Nel 2018 la città di Urbino ha perso 200mila presenze alberghiere mentre il Palazzo Ducale ha aumentato gli ingressi del 20% (da 165mila a 198mila circa).

Basterebbero questi dati per comprendere il valore del Direttore Peter Aufreiter, che però, anziché essere osannato e ringraziato per aver tenuto in vita l'asfittico turismo urbinate, è stato costantemente attaccato - o nella migliore delle ipotesi non sostenuto - dal quadro politico di questa città, vittima del proprio dilettantismo: il nuovo assessore al turismo non sapeva che la domenica lo IAT è chiuso. Vedo che è arrivato informato e preparato.

Perciò mi spiace molto della partenza di Aufreiter ma la capisco: qualcuno non lo aveva compreso, ma si tratta di un professionista, e come tale va dove le sue doti vengono apprezzate e valorizzate. Mi dispiace per la città ma sono felice per lui che va a lavorare in una vera capitale della cultura europea, il luogo giusto per far apprezzare le sue doti, mentre sono preoccupato per il futuro di Urbino, sempre più vittima del proprio provincialismo.


da Giorgio Londei
Consigliere Comunale





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-06-2019 alle 12:33 sul giornale del 25 giugno 2019 - 721 letture

In questo articolo si parla di attualità, urbino, Giorgio Londei, palazzo ducale urbino, Galleria Nazionale delle Marche, peter aufreiter

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a8Xi





logoEV