Morto l'avvocato Carlo Federico Grosso, noto penalista, insegnò anche all'Università di Urbino

carlo federico grosso 1' di lettura 24/07/2019 - È morto questa mattina a Torino, all'età di 81 anni, l'avvocato Carlo Federico Grosso, uno dei più noti penalisti italiani.

Grosso si era laureato in Giurisprudenza all'Università di Torino nel 1959 con una tesi di diritto penale, aveva poi intrapreso la carriera di docente universitario, dal 1966 al 1969 è stato chiamato come professore straordinario di diritto penale nella Facoltà di Giurisprudenza dell'Università di Urbino. Dal 1º novembre 1969 ha ricoperto, in qualità di professore ordinario, la cattedra di diritto penale presso la Facoltà di Giurisprudenza dell'Università di Genova. Dal 1974 fino al 2007 è stato professore ordinario presso la Facoltà di Giurisprudenza dell'Università di Torino, di cui, nel 2009, è stato nominato professore emerito.

Come avvocato, è stato il primo difensore di Annamaria Franzoni nel processo per il delitto di Cogne, è stato avvocato di parte civile nel processo per la strage della Stazione di Bologna e in quello per la strage del Rapido 904. Ha tutelato la posizione di oltre 32000 portatori di bond come parte civile nei processi per il crack Parmalat davanti ai Tribunali di Parma e Milano. Ha inoltre difeso Calogero Mannino davanti alle Sezioni Unite della Cassazione e al Tribunale di Palermo nel processo sulla trattativa tra Stato italiano e Cosa nostra.

Nell 1999 era stato insignito dal Presidente della repubblica Oscar Luigi Scalfaro dell'onorificenza di Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine al merito della Repubblica Italiana.






Questo è un articolo pubblicato il 24-07-2019 alle 16:39 sul giornale del 24 luglio 2019 - 266 letture

In questo articolo si parla di cronaca, urbino, torino, università di urbino, articolo, antonio mancino, carlo federico grosso

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/a91D





logoEV
logoEV