La Maria Maddalena di Raffaello è negli USA, Londei: "Il Comune chieda il prestito dell'opera"

2' di lettura 31/07/2019 - Riportare a Urbino la Santa Maria Maddalena di Raffaello in vista delle celebrazioni del prossimo anno, è questa la proposta avanzata, tramite un'interrogazione a risposta scritta, dal consigliere di minoranza Giorgio Londei.

La Maria Maddalena è stata dipinta nel 1503 assieme alla Santa Caterina (tavole laterali di una “Madonna Chantilly”, forse quella al Museo Condé) e un tempo si trovavano assieme ad Alnwick Castle (GB).

L'opera è stata venduta da Christie’s nel 2000 alla Collezione Alana di Newark, Delaware, USA. Tale Collezione è frutto della passione per l'arte e di un intenso processo di selezione adottato da diversi decenni dal magnate cileno Alvaro Saieh (729 uomo più ricco al mondo) e sua moglie Ana Guzmán; la combinazione dei nomi della coppia dà il nome alla Collezione Alana. Nel corso degli anni, la loro passione si è trasformata in un vero e proprio fascino per il Rinascimento italiano e li ha gradualmente portati a concentrarsi su dipinti del XVI secolo, circa 50.

Molti di questi capolavori (non la Maria Maddalena) sono stati ora prestati al museo Jacquemart-André di Parigi e saranno in mostra dal 19 settembre 2019 al 20 gennaio 2020.

Ciò dimostra la disponibilità dei due collezionisti a concedere il prestito delle loro opere.

Ed è proprio in considerazione di tutto ciò che il consigliere Londei ha chiesto all'Amministrazione comunale di Urbino di avanzare, nelle opportune sedi, la richiesta al museo privato di concedere il prestito del “pendant” per le celebrazioni, in modo che almeno sia presente, in città, un nuovo dipinto di Raffaello.


Nella foto si nota la Maria Maddalena nella sala dell’Alana






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 31-07-2019 alle 07:00 sul giornale del 31 luglio 2019 - 812 letture

In questo articolo si parla di cultura, attualità, raffaello, raffaello sanzio, Giorgio Londei, celebrazioni raffaellesche, raffaello 2020

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/a0eH





logoEV
logoEV