Fascismo, Toccaceli (FdI): "Paolini e il PD escano dalla fiction, affrontino i problemi reali senza preconcetti ideologici"

giacomo toccaceli 2' di lettura 01/08/2019 - Il presidente Paolini ed il Partito Democratico della provincia di Pesaro-Urbino, utilizzano lo spauracchio del fascismo per nascondere i loro risultati fallimentari.

Con un sistema sanitario totalmente smantellato dai loro amici in Regione, un territorio totalmente disgregato, tanto che altri due Comuni si stanno “trasferendo” in Emilia-Romagna a causa della loro mala-politica perpetrata per decenni in tutto l’entroterra, delle strade provinciali ridotte allo stremo e sempre più equiparabili a delle mulattiere, il presidente Paolini ed il PD si preoccupano di contrastare ipotetiche riorganizzazioni dell’ormai morto e sepolto da oltre 70 anni partito fascista.

Dimostrano la loro inadeguatezza a tutte queste problematiche, presentando un O.d.G. al Consiglio Provinciale pieno di ideologia e privo di contenuti, in quanto c’è la Costituzione, all’apice della gerarchia delle fonti della Legge, a vietare ogni riorganizzazione di partiti o movimenti fascisti. Questa è la dimostrazione che sono lontani anni luce dalla realtà e dai problemi reali dei cittadini, sembra che vivano in una fiction!

Fratelli d’Italia Pesaro-Urbino è attento ai problemi dei cittadini e soprattuto è al fianco di chi sacrifica la propria vita per lo servire lo Stato indossando una divisa, mentre la sinistra post-comunista e radical-chic non perde occasione di sventolare lo spettro del fascismo, dal quale ribadisco ancora una volta le mie distanze. Allo stesso tempo non si accorgono di tutta quella sinistra estrema, antagonista ed extra parlamentare, a volte mischiata anche con gli anarchici che occupa immobili illegalmente, occupa la TAV con violenza o che, come ai tempi del fascismo, impedisce all’avversario politico di parlare in un comizio pubblico.

Per questi motivi sono uscito dall’aula prima della votazione finale dell’O.d.G. presentato dal gruppo di maggioranza: fin quando si continuerà ad utilizzare lo spauracchio del fascismo per distrarre i cittadini dai reali problemi non ci potrà mai essere un vero dialogo costruttivo che possa dar vita ad una vera memoria condivisa sulla storia della nostra Nazione.

Avrei votato favorevolmente un ordine del giorno che andava a contrastare ogni tipo di violenza ed estremismo di qualsiasi natura.

Infine dopo che il PD, troppo impegnato a pensare al fascismo, si è dimenticato all’inizio del Consiglio Provinciale di ricordare il vice-brigadiere Rega, barbaramente ucciso a Roma i giorni scorsi, ha accolto la mia proposta di onorarlo con un minuto di silenzio all’apertura dei lavori dell’Assemblea dei Sindaci che si è tenuta successivamente presso la sala Pierangeli al quale siamo stati invitati anche io ed il Consigliere Dallasta.


   

da Giacomo Toccaceli
Presidente provinciale di Gioventù Nazionale Pesaro-Urbino





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-08-2019 alle 17:17 sul giornale del 01 agosto 2019 - 899 letture

In questo articolo si parla di attualità, politica, giacomo toccaceli, Consigliere Provinciale di Fratelli d’Italia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/a0iN





logoEV
logoEV