La Weltanschauung totalizzante di Vitaliano Angelini

La Weltanschauung totalizzante di Vitaliano Angelini 3' di lettura 21/09/2019 - Giovedi, 19 settembre 2019, nella prestigiosa sede della Biblioteca della Galleria Nazionale delle Marche del Palazzo Ducale di Urbino, con la partecipazione di un pubblico selezionato e particolarmente qualificato è stata presentata, con una analisi filologicamente molto attenta e precisa del prof. Paolo Maria Rocco e la lettura dell’attrice Francesca Nobili, l’ultima silloge poetica di Vitaliano Angelini Il filo perduto di Arianna - Ed Helicon, Arezzo.

La sua biografia ci dice che i suoi primi passi creativi hanno avuto, pubblicamente, inizio, nel 1962, meritando anche un piccolo commento e un incoraggiamento su: “La Fiera Letteraria” del 30 settembre. Sempre in quegli anni “OMNIA” una rivista letteraria romana pubblicò alcuni testi. Poi ci furono le esperienze di AD LIBITUM, la rivista che, assieme a lui, da giovani, pubblicarono in Urbino Zeno Fortin, Gualtiero De Santi Umberto Piersanti, Luciano Fabi e altri collaboratori. Nel numero 6 (l’ultimo), che usci nel 1969, furono pubblicati altri suoi versi.

Nel 1967 unasua poesia fu tradotta e pubblicata nella rivista rumena “CRONICA” e più tardi, nel 2003, una silloge, estratta da “L’enigma di Edipo”, fu tradotta in tedesco per conto del Land di Miltenberg. Ha ottenuto riconoscimenti di prestigio quali, nel 1983 a Milano, il Premio Lions Milano Sforzesco; nel 1993 a Parigi fu premiato al concorso Prix du Printemps des Poetes, nel 1996 a Terni vinse il Premio San Valentnoi, inoltre ebbe riconoscimenti in vari concorsi, a Torino al premio Omero, a Poppi al Premio Letterario Casentino e tanti altri. Nel 1974 pubblica: ...Sulla ...pensieri a quattro mani sulla grandezza dell’uomo, Sentinum editrice; nel 1980 esce: Un uomo è un uomo - Ed. Del Paniere, Verona e nel 1981 per la stessa casa editrice: Querl muro-per immagini e testo; nel 1995 le Edizioni M.E.M di Arezzo gli pubblicano: L’Enigma di Edipo; è del 2010 I canti del vento - Edizioni Helicon. Arezzo. Ha firmato diverse note critiche oltre a brevi saggi sulla poesia marchigiana e sue liriche sono incluse in varie antologie poetiche.

Tra i più noti scrittori e artisti urbinati contemporanei, Vitaliano Angelini è inserito in diverse pubblicazioni specialistiche della casa editrice Helicon, erede delle storiche edizioni Silvio Miano di Arezzo, quali: “Storia della letteratura Italiana Contemporanea” curata da Neuro Bonifazi,; il Compendio degli autori italiani del secondo ‘900 a cura di Giovanni Nocentini; Il dizionario ragionato degli scrittori italiani del ‘900 a cura di Rodolfo Tommasi con prefazione di Silvio Ramat; la Letteratura Italiana del XXI secolo a cura di Francesco De Napoli e Rodolfo Tommasi, e di recente “ Il dizionario critico della nuova Letteratura Italiana”, con saggi introduttivi di Marino Biondi, Giancarlo Quiriconi, Silvio Ramat.

Diversi critici e poeti hanno scritto note e commentato la sua poesia; Giorgio Barberi Squarotti, Paolo Gibellini Stefano Troiani, Sebastiano Saglimbeni, Fiorella Corinaldesi Di Rosa, oltre ad alcuni poeti e scrittori urbinati tra cui, Maria Lenti, Gualtiero De Santi, Zeno Fortini, Giorgio Nonni, Germana Duca, Raimondo Rossi.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-09-2019 alle 07:00 sul giornale del 21 settembre 2019 - 555 letture

In questo articolo si parla di cultura, attualità, presentazione libro, Vitaliano Angelini, palazzo ducale urbino

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/baPx





logoEV