Minacce ai vicini di casa, arrestato un sessantottenne urbinate

polizia 1' di lettura 28/09/2019 - Si aprono le porte del carcere di Villa Fastiggi a Pesaro per un cittadino urbinate di sessantotto anni, residente in una delle frazioni della città ducale.

L'uomo, già agli arresti domiciliari, è stato condotto in carcere, su disposizione della Procura Generale della Corte di Appello di Ancona, in seguito all'aggravarsi di una situazione di conflitto fra il sessantottenne e due suoi vicini di casa.

I fatti risalgono agli ultimi quattro/cinque mesi, ma la situazione si è aggravata nell'ultima settimana.

I rapporti tra le parti per più di venti anni erano stati tutto sommato regolari, con un improvviso e brusco cambio di direzione nella scorsa primavera, presumibilmente a seguito di alcuni lavori effettuati all’interno della proprietà di uno dei due vicini oggetto delle minacce, che stando a quanto sostenuto dal sessantottenne, gli avrebbero arrecato danni.

Di qui la necessità di porre a freno una situazione divenuta pericolosa e nella quale vi sono state anche gravi minacce nei confronti dei due uomini, scaturite nella successiva attività di indagine e alla segnalazione da parte del Commissariato e alla successiva decisione da parte della Magistratura.






Questo è un articolo pubblicato il 28-09-2019 alle 13:56 sul giornale del 28 settembre 2019 - 1222 letture

In questo articolo si parla di cronaca, polizia, urbino, arresto, minacce, articolo, antonio mancino, lite fra vicini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ba6j





logoEV
logoEV