Giorno della Memoria, riflettere su una tragedia che è ancora oggetto di attacchi immorali

shoah|giorno della memoria|olocausto| 2' di lettura 27/01/2020 - Nel “Giorno della memoria” l’Istituto “Cappellini” invita a riflettere su una tragedia che, sebbene la storiografia internazionale abbia collocata la distruzione degli ebrei d’Europa, al centro della storia del Ventesimo secolo, è ancora oggetto di attacchi immorali provenienti dal revisionismo negazionista alimentato ultimamente dalle pulsioni dei populismi e dei sovranismi.

Segnali preoccupanti anche in Italia dove a Cuneo l’abitazione di una persona è stata contrassegnata dalla scritta “qui vive un ebreo” come nella Germania della “notte dei cristalli”, ultimo episodio di tanti che l’hanno preceduto di antisemitismo e di razzismo.

Sarebbe troppo semplicistico spiegare tutto questo con la teoria del “capro espiatorio” cui addossare la responsabilità dei propri fallimenti personali e collettivi. La crisi è molto più profonda e numerosi stereotipi sono ormai diventati senso comune fino a non provare vergogna nel pronunciare insulti pieni di odio e di paura contro gli Ebrei e gli immigrati.

L’appello alla razionalità , purtroppo, non è sufficiente per contrastare la percezione di un pericolo inesistente. Si usano sempre più parole ed espressioni antisemite e razziste ritenute moralmente legittime. Occorre diffondere la conoscenza di quanto avvenuto e un lavoro educativo di lunga lena che deve partire dalla scuola, ma anche dalle famiglie, per confrontarsi e affrontare la diversità senza temerla e considerarla, invece, un arricchimento reciproco.

L’Istituto “Cappellini” invita tutti i cittadini a partecipare alle iniziative per il 27 gennaio. Occorre non abbassare la guardia, approfondire la conoscenza della Shoah per contrastare il revisionismo negazionista e rafforzare la solidarietà e il rispetto fra culture e popoli diversi.

Cogliamo l’occasione per esprimere stima e affetto a Liliana Segre che non risparmia energie per far comprendere il dramma della Shoah e quale perdita irreparabile abbia costituito per la civiltà europea e l’intera umanità.


   

da Ermanno Torrico
Presidente Istituto "E. Cappellini”





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-01-2020 alle 16:02 sul giornale del 27 gennaio 2020 - 134 letture

In questo articolo si parla di attualità, giorno della memoria, shoah, olocausto, istituto per la storia del movimento di liberazione, ermanno torrico, istituto e. cappellini, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/bfzc





logoEV
logoEV